Nuovo piano di Area Vasta. Più treni da e per Milano. Piacenza pronta all’alleanza

Non viene condivisa invece la posizione della Provincia di Lodi che auspica collegamenti ciclabili tra la Bassa e la stazione Fs emiliana .

Nuovo piano di Area Vasta. Più treni da e per Milano. Piacenza pronta all’alleanza

Nuovo piano di Area Vasta. Più treni da e per Milano. Piacenza pronta all’alleanza

Durante la formulazione del piano territoriale di Area Vasta di Piacenza, la Provincia di Lodi aveva interpellato la Provincia di Piacenza per creare, a favore del turismo su due ruote, collegamenti tra San Rocco al Porto e Guardamiglio e la stazione piacentina. Era stata messa sul tavolo anche la ciclovia Vento. Ma da Piacenza ora non c’è stato nessun accoglimento per la rilevata assenza, secondo la Provincia di Lodi, di un focus sul nodo di accessibilità intermodale intercomunale e interprovinciale alla Ciclovia VenTo, collocato in Comune di San Rocco al Porto, punto di confluenza di tre bracci dell’itinerario cicloturistico. Lodi proponeva di "favorire la connessione plurimodale e smart, fra la confluenza dei tre bracci dell’itinerario cicloturistico , nel Comune di San Rocco al Porto, con la stazione ferroviaria di Piacenza. Ma anche di favorire lo scambio modale gomma privata – ciclo – trasporto pubblico locale, in corrispondenza del casello autostradale A1, nel Comune di Guardamiglio". Dalla Provincia confinante invece spiegano: "Per il PTAV (Piano territoriale di area vasta) la stazione di Piacenza è già definita come nodo intermodale di primaria rilevanza (privato/pubblico/servizi sharing mobility/velostazione, etc.). Quindi non si ritiene che altre polarità, nel territorio di competenza, possano essere indicate nella pianificazione di area vasta".

"La ciclovia VenTo non viene individuata in sponda sinistra del Po, in quanto esterna al territorio Piacentino, mentre la passerella ciclabile lungo il ponte sul fiume Po a Piacenza risulta già cartografata, sia nella Carta della Strategia, sia nel Quadro conoscitivo al Sistema della mobilità" spiega ancora la Provincia. Uno dei nodi per cui la Provincia di Lodi chiedeva di discutere era anche il trasporto pubblico locale. Lodi vorrebbe il potenziamento del collegamento pendolare diretto Piacenza – Milano, preferibilmente sulla linea dell’alta velocità, a costi calmierati. La Provincia di Piacenza ha acconsentito: "Vedremo come sviluppare un’alleanza con la Provincia di Lodi per potenziare i collegamenti ferroviari con Milano, nell’ottica di realizzare una connessione di tipo metropolitano e per promuovere forme di coordinamento nella governance del trasporto pubblico locale e di integrazione dei relativi sistemi tariffari".