L’Asilo nascerà coi fondi del Pnrr. Secondo nido all’ex Fanciullezza. Arrivano i soldi per realizzarlo

Lavori al via forse già entro l’anno per un intervento da un milione di euro. Potrà accogliere sessanta bambini

L’Asilo nascerà coi fondi del Pnrr. Secondo nido all’ex Fanciullezza. Arrivano i soldi per realizzarlo

L’Asilo nascerà coi fondi del Pnrr. Secondo nido all’ex Fanciullezza. Arrivano i soldi per realizzarlo

Il nuovo asilo nido nell’ex istituto Fanciullezza di via Vecchia Cremonese, potrà diventare realtà. Ed è un’importante novità per le famiglie di Lodi. È stato pubblicato infatti l’esito del bando di Regione Lombardia, promosso dal Ministero dell’Istruzione con fondi Pnrr, cui il Comune di Lodi aveva partecipato. In tutto il ministero aveva stanziato 600 milioni di euro per migliorare gli asili nido italiani (sempre soldi del Pnrr). Per la Lombardia i milioni a disposizione erano 20 milioni: è stata stilata una graduatoria dei comuni ideonei a ottenere il finanziamento e 6 milioni e mezzo circadi euro arriveranno nel Lodigiano. La prerogativa richiesta è che tutto fosse in coprogettazione. Cioè, i fondi necessari a un progetto, per metà vengono finanziati dal Pnrr e per l’altra parte dal Comune stesso. A Lodi il nuovo nido comporta un investimento complessivo di circa un milione di euro. Si prevede di far sorgere un nuovo asilo da 60 posti al primo piano dell’Istituto Fanciullezza, ovvero sopra al già presente asilo nido Carillon. Vi saranno quindi due nidi distinti molto vicini. I lavori cominceranno nel 2025, anche se l’amministrazione si sta impegnando per provare a farli partire già a fine 2024. Gli ulteriori 60 posti disponibili sono una risposta dell’amministrazione a una domanda importante della cittadinanza, basti pensare che nelle ultime graduatorie per le iscrizioni agli asili 23 bambini sono rimasti esclusi, numero a cui si aggiungono nuove richieste arrivate negli ultimi mesi. Si tratta anche di una importante svolta per l’Istituto Fanciullezza, per il quale da anni si cercava una soluzione di rilancio.

Luca Pacchiarini