La Giunta cerca soluzioni. Caos viabilità, "no ai dossi"

In Consiglio comunale sollevato il problema nelle vie di scuole e oratori. All’attenzione dell’aula anche le criticità dei residenti nella frazione Maiocca.

La Giunta cerca soluzioni. Caos viabilità, "no ai dossi"
La Giunta cerca soluzioni. Caos viabilità, "no ai dossi"

Dal traffico fuori dalle scuole ai lavori necessari nella frazione Maiocca e fino alla lotta alla violenza contro le donne. Tanti i temi toccati, giovedì sera, dal consiglio comunale di Codogno. Il gruppo di minoranza di Azione, con Nicoletta Serra, ha chiesto l’utilizzo di rallentatori di velocità in prossimità di scuole e oratori. "Si deve ridurre il rischio di incidenti" ha ribadito. Ma l’assessore ai Lavori pubblici Severino Giovannini ha spiegato: "Dove c’erano dossi si sono distrutti e fanno molto rumore la notte, siamo contrari. Davanti alle scuole ci sono i vigili, che danno sanzioni. In via Santa Cabrini abbiamo messo un cartello e sta funzionando. Insomma, ci sono altri sistemi". Rosanna Montani di Codogno insieme 2.0 ha poi chiesto conto sullo stato della frazione Maiocca. "Alcuni residenti ci hanno mostrato una serie di criticità di cui l’amministrazione è a conoscenza da tempo. Già nel 2021 c’era stata una raccolta firme di 100 residenti, ma da allora ci sono stati solo il rifacimento della segnaletica e l’inizio dei lavori della rotonda. Però ci sono altre criticità, come la copertura del buco vicino al cassonetto del verde in via Pozzuolo, marciapiedi, il cedimento delle rive che costeggiano la strada per Castiglione D’Adda" ha detto.

Giovannini ha replicato: "Il buco è una cameretta dell’irrigazione della roggia e a giorni verificherò chi è il gestore per farla chiudere. Per le aiuole della piazza e di via Pozzuolo abbiamo avuto un ritardo nella partenza della gara del verde, ora la situazione si è normalizzata. Per i cordoli dei marciapiedi cercheremo di intervenire nel 2024. Invece per la strada verso Castiglione, nel 2022 abbiamo partecipato, con un progetto da un milione e 200mila euro, a un bando ministeriale e siamo stati ammessi ma non finanziati. Le stesse condizioni, con strade strette, frequentate da mezzi pesanti e gomme che vanno vicino agli argini che poi cedono, interessano altre zone. Magari in primavera faremo ricariche di asfalto in caso non si riesca ad avere il finanziamento. Anche nelle vie Fornaci e Cavour, dove sotto c’è una roggia, ci sono già stati tre cedimenti". Infine il gettone di presenza dei consiglieri comunali è stato devoluto al centro antiviolenza di Lodi. I gruppi consiliari Pd, Lista Civica Codogno Insieme 2.0 e Azione, hanno presentato una mozione sulle azioni di contrasto alla violenza sulle donne. Poi spiegate da Giulia Piroli, presidente della Commissione pari opportunità.