Graffignana, allenatore di calcio picchiato da un genitore perde conoscenza. Grave al San Matteo

L’uomo di 62 anni è stato aggredito da un genitore di uno dei ragazzini tra i 9 e gli 11 anni che stava allenando. Portato al pronto soccorso in eliambulanza, le prossime ore saranno decisive

L'uomo è stato portato in ospedale in eliambulanza (foto d'archivio)

L'uomo è stato portato in ospedale in eliambulanza (foto d'archivio)

Graffignana (Lodi) – Un allenatore di calcio di 62 anni è stato picchiato da un genitore di uno dei ragazzini, dai 9 agli 11 anni, che stava allenando nel campo sportivo di Graffignana.

L'uomo, colpito violentemente alla testa, ha perso conoscenza e immediatamente altri genitori hanno allerta il 112. Il soccorso sanitario è arrivato sul posto con un'eliambulanza che lo ha trasportato al policlinico San Matteo di Pavia. I carabinieri, arrivati subito sul posto, hanno identificato diverse persone tra i presenti per cercare di ricostruire esattamente l'accaduto: l'ipotesi è che l'aggressore non abbia visto di buon occhio un'osservazione fatta dall'allenatore al proprio figlio. La vittima dell'aggressione è stata ricoverata nello stesso ospedale in cui è stato trasportato: le prossime ore saranno determinanti per vedere l'esito dell'importante trauma commotivo riportato.