Degrado in via D’Andrea: "Sosta selvaggia e vandali. Questa è terra di nessuno"

I residenti cremaschi alzano la voce dopo due anni di Sos inascoltati. Tra le richieste più vigili per le multe. "Anche noi paghiamo le tasse".

Degrado in via D’Andrea: "Sosta selvaggia e vandali. Questa è terra di nessuno"

Degrado in via D’Andrea: "Sosta selvaggia e vandali. Questa è terra di nessuno"

Oltre a piazza Di Rauso e piazza Garibaldi, c’è un altro posto in città che di notte diventa terra di nessuno. È via D’Andrea, dove al calar delle tenebre si assiste a fenomeni incontrollati che chi i residenti vorrebbero avessero fine. Dapprima il parcheggio selvaggio, con le auto abbandonate dove capita; quindi la strada diventa proprietà di ragazzi che disturbano fino alle tre di notte con schiamazzi e musica a tutto volume nonché atti vandalici ai danni delle attività che la mattina trovano spiacevoli sorprese. Tutto questo nella quasi completa indifferenza di chi può e deve intervenire.

"Sono più di due anni che sopportiamo una situazione ben al di là del limite – racconta una residente – Specie nelle sere del weekend, prima assistiamo all’invasione delle auto che parcheggiano in ogni dove: all’inizio si impossessano dei posti riservati ai portatori di handicap, quindi passano a metterle in prossimità dello scivolo d’accesso per chi è in sedia a rotelle, infine arrivano a invadere il verde pubblico, con tutto lo scempio che ne deriva. Da due anni – prosegue l’abitante – scriviamo mail e lettere a tutti. ma il risultato è nullo. Di notte non si vede nessuno. Solo in qualche rarissima occasione abbiamo visto girare un’auto della polizia locale, ma non ci risulta siano state elevate multe. E anche se in quelle rarissime occasioni fosse successo, non è cambiato nulla: basta vedere le foto scattate lo scorso fine settimana".

"Lo scorso anno – continua la protesta della residente – abbiamo incontrato il sindaco, e la risposta è stata disarmante: ci ha detto che se dovesse intervenire sui ragazzi che fanno casino lì, questi andrebbero a far baccano da un’altra parte e quindi il problema sarebbe solo spostato".

Ma i residenti non si arrendono: "Vogliamo che si faccia qualcosa in fretta e definitivamente. Ci sono tutti i modi per intervenire e chiediamo che vengano utilizzati. Anche noi paghiamo le tasse e non ci sembra il caso di trascurarci in questo modo. Per esempio i vigili potrebbero farsi vedere più spesso, multare i trasgressori, mandare a dormire i fracassoni, mettere le transenne alla zona verde per evitare che diventi un parcheggio abusivo ma tollerato".