Codogno, scarsa igiene nei locali e ubriachi al volante: migliaia di euro di sanzioni

Cinque pattuglie dei carabinieri hanno ispezionato la città durante la movida

I controlli dei carabinieri lungo le strade di Codogno durante la movida
I controlli dei carabinieri lungo le strade di Codogno durante la movida

Codogno (Lodi), 4 febbraio 2024 – Maxi controllo dei carabinieri durante la movida, sanzionati i titolari di due locali per scarsa igiene. La Prefettura di Lodi ha organizzato un servizio di controllo coordinato del territorio nel Comune di Codogno. Attenzione massima agli orari della movida, includendo controlli sulle strade e nei locali, che hanno portato all’identificazione di 35 persone e alle verifiche su 16 veicoli. Sono rimasti impegnati militari divisi in cinque pattuglie, nel territorio del comune di Codogno, con il supporto di personale del “Nucleo Antisofisticazioni e Sanità” di Cremona.

Il blitz era finalizzato alla prevenzione e repressione dei fenomeni di criminalità più frequenti, con particolare riferimento ai reati contro la persona e contro il patrimonio e alla verifica della regolarità igienico-sanitaria degli esercizi di ristorazione, al fine di garantire la tutela della salute dei consumatori. Le forze dell’ordine hanno controllato zone residenziali che finiscono spesso nel mirino dei topo di appartamento, ma anche le aree di aggregazione interessate dal fenomeno della movida. Si sono aggiunte verifiche preventive alla circolazione stradale, con posti di controllo ad alta visibilità e l’accesso ispettivo in due esercizi di ristorazione del centro cittadino. Il bilancio è di: sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada per guida in stato di ebbrezza ed altro; sanzioni amministrative pecuniarie per carenza dei requisiti minimi di igiene e mancata attuazione delle procedure di autocontrollo, a carico dei gestori degli esercizi ispezionati, per complessivi euro 4.000 euro.