Tangenziale di Lodi: 50 minuti per fare 6 chilometri. Colpa di una voragine

Odissea lungo la bretella: automobilisti esasperati. Anas: sistemeremo appena finirà il maltempo

Auto e camion in colonna ieri mattina lungo la tangenziale del capoluogo

Auto e camion in colonna ieri mattina lungo la tangenziale del capoluogo

Lodi, 7 marzo 2024 – Continuano i disagi per gli automobilisti che devono passare per la rotonda vicino alla Faustina. In questo punto della Tangenziale Sud, infatti, tre giorni fa si è creata fa una grossa voragine nell’asfalto, causata dalle incessanti piogge degli ultimi giorni.

Profonda ad occhio circa 10 centimetri e lunga diversi metri, la buca interessa la corsia di destra della carreggiata, nel tratto che permette di svoltare per rientrare a Lodi da via San Colombano. Quel tratto è nevralgico per la circonvallazione di Lodi, ogni giorno viene percorso da migliaia di veicoli, con momenti di picco, negli orari di punta, in cui è abitudine che si creino rallentamenti. Ma in queste mattine si sono formate code molto più lente e lunghe del solito.

“La coda partiva dalla galleria che c’è dopo il benzinaio – ha riferito ieri un automobilista –. Io son partito alle 7.45 da via Cavallotti e sono riuscito ad arrivare a questa rotonda solo alle 8.30. Ci ho messo quasi 50 minuti per fare neanche sei chilometri. Poi superata quella zona si andava più spediti. Chi però come me doveva recarsi a Milano ha poi avuto altri problemi, perché all’altezza di Melegnano c’è stato un altro grande blocco, circa un chilometro di coda prima del casello. A quel punto sarei arrivato a Milano Sud per le 9.45, quasi due ore per fare Milano – Lodi. Così ho preferito tornare a Lodi".

Rallentamenti e code sono proseguiti per tutta la giornata, con picchi nei momenti di punta. Il Comune di Lodi, con una nota diffusa sui suoi canali social, ha informato i cittadini delle “perduranti condizioni di traffico e formazione di code. Si è verificato un cedimento della carreggiata tale da rendere molto pericoloso e impraticabile il passaggio di veicoli – hanno spiegato dal Broletto –. Pur non essendo nell’esercizio di alcuna responsabilità o competenza rispetto al tratto stradale, il Comune di Lodi si scusa per il disagio e garantisce di informare i cittadini fino alla fine dei lavori di ripristino, previsti per venerdì 8”.

L’Anas, ente competente per quel tratto, ha fatto sapere ieri di avere ricevuto la segnalazione della buca da parte dei carabinieri nella tarda serata di lunedì 4 marzo, ma di non aver potuto operare per sistemare la voragine a causa della pioggia, limitandosi a mettere dei coni di avviso per i mezzi di passaggio. “I lavori di manutenzione - è stato aggiunto – si possono fare solo quando le condizioni meteorologiche lo consentono, questo sia per la sicurezza degli operai che perché, se si lavora su una strada bagnata mentre piove, poi le buche si riformano subito”.