CHRISTIAN SORMANI
Cronaca

Turbigo, omicidio Emanuel Rroku: perizia balistica in via Allea. Il centro blindato

Un anno dopo l’assassinio del giovane albanese, strade chiuse per gli approfondimenti richiesti dalla Procura

La ricostruzione simulata dell’omicidio di Emanuel Rroku (Todaro)

La ricostruzione simulata dell’omicidio di Emanuel Rroku (Todaro)

Turbigo (Milano), 4 settembre 2023 – Una atmosfera tetra e sicuramente particolare quella che si percepiva questa mattina nella zona di via Allea a Turbigo. La polizia locale ha chiuso il tratto compreso tra via Stazione e via Garibaldi-Diaz per mettere in sicurezza la zona della perizia balistica che ha riprodotto la “scena” della sparatoria avvenuta il 16 settembre dello scorso anno in cui perse la vita in maniera tragica l’albanese Emanuel Rroku di soli 23 anni.

La scientifica ha riprodotto le traiettorie dei proiettili sparati come richiesto dalla Corte d’Assise di Busto Arsizio, presieduta dal giudice Rossella Ferrazzi. Il tutto davanti al bar della sparatoria, “la caffetteria n.2" di via Allea.

Unico accusato rimane Gjinaj Rigels, 34 anni, albanese che prima aveva ferito al polpaccio un 20enne col quale stava litigando dopo aver fatto apprezzamenti a una donna del gruppo. Poi, affrontato dagli amici del giovane, aveva sparato ancora uccidendo il giovane. 

Una prova balistica che ha impegnato l'intera mattinata, facendo chiudere strade e negozi del centro cittadino. Ai residenti è stato imposto di tenere le finestre e le tapparelle chiuse e di non fotografare o filmare la scena del crimine. Sono anche state spostate le fermate degli autobus di linea.