Tulipland dai mille colori e profumi: "Ventimila bulbi piantati a mano"

Alla cascina Scuola il campo realizzato da Riccardo Mattina, uno dei titolari dell’azienda agricola. A dimora anche le specie nane, con i petali a punta o frastagliati: ognuno può raccogliere quelli preferiti. .

C’è un campo, attorno alla cascina Scuola, sul fondo di via Parini, dove in questi giorni sono fioriti migliaia di tulipani, di diverso colore e forma, che si possono raccogliere. Tulipland è nata dall’idea di un giovane agricoltore, Riccardo Mattina, uno dei titolari dell’azienda agricola della cascina Scuola, di proprietà della famiglia, che tradizionalmente coltiva mais e frumento.

"Avendo del terreno disponibile, in accordo col contadino che ci segue, lo scorso settembre abbiamo deciso di coltivare anche i tulipani" racconta.

Come prima cosa si è provveduto ad acquistare i bulbi, ben 150 mila, fatti arrivare direttamente dall’Olanda.

"Quando mi sono arrivati, quasi alla fine di ottobre, non li ho piantati tutti con il classico sistema a filare, possibile con l’ausilio delle macchine. Ho voluto invece disegnare, proprio al centro del campo, quattro cuori e per far questo ho dovuto piantare a mano, uno ad uno, tutti i 20mila tulipani necessari – dice Riccardo –. Magari non tutto è venuto in modo perfetto e mi scuso. Sono alle prime armi".

Quella ottenuta è una bella macchia di colore: tulipani bianchi, gialli, rosa, rosso, viola.

"Oltre ai tulipani tradizionali abbiamo messo a dimora anche i tulipani nani di una specie particolare poco conosciuta, tulipani con petali a punta e con i petali frastagliati".

Purtroppo dal momento della fioritura il tempo non è stato favorevole. "Quando piove, è ovvio, non viene nessuno. Ma di gente, nel complesso, ne è già passata parecchia da quando, sabato scorso, abbiamo aperto Tulipland, peraltro sotto una grandinata che fortunatamente non ha danneggiato le fioriture. Passata la grandine era uscito ancora il sole e parecchie persone sono venute a raccogliere i tulipani. Per qualche settimana ancora avremo delle belle fioriture. Una volta reciso e messo in vaso, ci sta per almeno due settimane".

"Per sostenere le spese – aggiunge Riccardo – chi entra al campo paga un contributo di 5 euro, che gli permette di raccogliere due tulipani. Dal terzo in poi si paga 1,50 euro a fiore. Ogni persona può entrare, andare alla ricerca del proprio tulipano e raccoglierlo". Per rendere piacevole la permanenza in cascina sono state create anche delle altalene per i bambini e delle panchine, con pianali di legno. I prodotti di Tulipland si possono trovare anche al mercato agricolo del sabato mattina, in piazza Beretta, dove Mattina porta i suoi prodotti assieme ad altri agricoltori locali.