Casorate Sempione, sott’acqua il sottopasso ferroviario. Il sindaco: “Pronto a denunciare Rfi”

Passeggeri costretti a camminare nel corridoio allagato per un guasto alle pompe. Il Comune fa intervenire la Protezione civile per aspirarla con le idrovore

Il sottopasso allagato

Il sottopasso allagato

Casorate Sempione (Milano) – Con un po’ di fantasia si può immaginare di passeggiare fra le calli e la piazza San Marco a Venezia ai tempi dell’alta marea, prima che entrasse in funzione il Mose. Ma ce ne vuole davvero molta d’immaginazione per paragonare un anonimo sottopasso ferroviario alla Serenissima. E l’unico punto in comune in questo caso è la presenza dell’acqua. Quella che da un mese ormai caratterizza il corridoio sotterraneo della stazione di Casorate Sempione. A causa di un guasto alle pompe idrauliche di sollevamento dello scalo ferroviario, infatti, i passeggeri che devono raggiungere i binari si trovano da settimane a “galleggiare“ con i piedi nell’acqua.

Una situazione che nonostante gli interventi di riparazione, che comunque ci sono stati da parte di Rfi, non si è risolta. L’ultima segnalazione dell’ennesimo allagamento è arrivata l’altroieri. Scatenando l’esasperazione del sindaco Dimitri Cassani. "Mi hanno informato che, purtroppo, permane la spiacevole situazione di disagio derivante dalla presenza di acqua nel sottopasso in stazione – è stato lo sfogo sui social del primo cittadino –. A nulla sono valse le puntuali richieste di intervento per una sistemazione definitiva delle pompe di sollevamento mal funzionanti".

Da qui una sorta di ultimatum rivolto a chi deve intervenire. In termini perentori. "Inaccettabile – è la tesi di Cassani – che si crei una situazione, oltre che di disagio, di pericolo per i pendolari che prendono il treno a Casorate. Rfi si decida a intervenire una volta per tutte o ci vedremo costretti a agire per le vie legali". Per risolvere almeno temporaneamente l’emergenza, il Comune ha fatto intervenire la Protezione civile che ha aspirato l’acqua con le idrovore.

Il problema si presenta periodicamente da oltre un mese, e soprattutto quando piove la situazione è destinata a peggiorare. Problema diventato poi anche una questione politica, col gruppo di minoranza “Casorate Aperta“ che ha criticato la scelta di Cassani di rimbalzare a Rfi il compito di garantire il sottopasso libero dall’acqua.