CHRISTIAN SORMANI
Cronaca

Rescaldina, nei boschi della droga trovate armi e droga in un’auto. Arrestato un 25enne

Il giovane è stato fermato dopo un inseguimento. Caccia agli altri due occupanti della vetture, che si sono dileguati

Il sequestro di armi

Il sequestro di armi

Rescaldina (Milano) – I carabinieri della Compagnia di Saronno, insieme ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sardegna hanno arrestato un 25enne di origine marocchina irregolare sul territorio nei boschi della droga nell'area compresa tra i comuni di Uboldo, Cerro Maggiore e Rescaldina. Gli uomini dell'arma hanno notato in lontananza un’autovettura sospetta allontanarsi frettolosamente. Allertata la centrale operativa della Compagnia di Saronno, che ha diramato la nota di ricerca alle pattuglie in servizio, l’auto sospetta, un’utilitaria verde, dopo un breve inseguimento, è stata bloccata da una gazzella dell’Aliquota radiomobile alle porte di Saronno, nei pressi del centro commerciale Esselunga.

Due occupanti sono riusciti a darsi alla fuga mentre altri due, l’autista e un passeggero seduto sui sedili posteriori, non ne hanno avuto il tempo e sono stati bloccati dai carabinieri. Assicurata l’impossibilità di fuga ai due fermati e perquisita l’autovettura, i militari hanno recuperato una pistola semiautomatica calibro 9 priva di matricola con colpo in canna, quindi pronta all’uso, due fucili semiautomatici a pompa calibro 12 e circa 150 cartucce, nonché una piccola quantità di cocaina. Alla guida il 25enne marocchino che è stato arrestato e portato nel carcere di Busto Arsizio. La donna, una 29enne italiana, è risultata estranea alla detenzione delle armi: tossicodipendente, pare che stesse accompagnando i tre magrebini lontano dai boschi in cambio di una dose gratuita di cocaina. Nei prossimi giorni, i Carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Saronno analizzeranno tutti gli elementi e le tracce a disposizione per risalire all’identità degli altri due occupanti l’autovettura che sono riusciti a fuggire, mentre si continuerà a tenere sotto stretto controllo le zone di spaccio.