CAMILLA GARAVAGLIA
Cronaca

Palio di Legnano, il Crocione è arrivato Legnarello: delirio giallorosso

La folla festante ha accompagnato la celebrazione della vittoria fino a piazza San Magno: il tributo delle altre contrade

La cerimonia della traslazione chiude l’edizione 2023 del Palio di Legnano

La cerimonia della traslazione chiude l’edizione 2023 del Palio di Legnano

Legnano (Milano) – La folla giallorossa è partita da via Dante alle 18.45, puntuale e colorata: del resto, l’appuntamento era uno dei più importanti. La Traslazione della Croce, a livello meteorologico, è stata in qualche modo una rievocazione del Palio: nuvole nere in lontananza e qualche rovescio di pioggia, giusto per mettere in difficoltà i contradaioli e gli abiti preziosi della reggenza.

Per fortuna, in piazza San Magno splendeva un sole con 12 raggi: quello che svetta nel simbolo della contrada Legnarello, riunita nel cuore della città di Legnano per "riportare a casa" la croce di Ariberto d’Intimiano, simbolo di vittoria. Il capitano vincente, Matteo Masnata, non ha portato solo al popolo giallorosso il crocione ma anche il Peso, la scultura dal peso di 1.176 grammi di puro argento (1176 come l’anno della Battaglia di Legnano) che resterà per sempre alla contrada Legnarello. L’opera, intitolata "Tempio", è stata realizzata dall’artista Vittorio Corsini e rappresenta la mitra dell’arcivescovo D’Intimiano e la chiesa di San Simpliciano di Milano, conosciuta come la chiesa del Carroccio.

Ad attendere in piazza San Magno i reggenti, emozionatissimi, Matteo Masnata, Francesca Bandera e Alessandro Mengoli, c’erano i contradaioli, il sindaco e supremo magistrato Lorenzo Radice, il gran maestro del Collegio dei capitani e delle contrade Raffaele Bonito, il presidente della Famiglia Legnanese Gianfranco Bononi, il Cavaliere del Carroccio Riccardo Ciapparelli e ovviamente la rappresentanza della Fondazione Palio che ha chiuso così il suo primo Palio alle redini dell’organizzazione. Le sette contrade si sono schierate, in un’atmosfera magica: al centro, la vincitrice Legnarello, in un turbinio di foulard gialli e rossi. Il fascino del Palio ha colpito ancora.