Legnano, medici di famiglia uniti: apre lo studio associato con tre camici bianchi

In via Ciro Menotti la nuova sede dei dottori Lorella Cazzaniga, Franco Colombo e Rosella Rosaria Farcica. Ci saranno anche una segretaria e un’infermiera

i dottori Lorella Cazzaniga e Franco Colombo

Aperto il nuovo ambulatorio medico con i camici bianchi Lorella Cazzaniga e Franco Colombo.

Legnano (Milano) – A Legnano ha aperto ieri uno studio di medici di famiglia associati, formato dai dottori Lorella Cazzaniga, Franco Colombo e Rosella Rosaria Farcica, situato in via Ciro Menotti 174.

Per i primi due professionisti si tratta di un trasloco: insieme al medico ora in pensione, il dottor Giuseppe Ricchiuti, visitavano nell’ambulatorio di via Ciro Menotti 42. Con la cessazione dell’attività del collega, i dottori Cazzaniga e Colombo hanno pensato di condividere gli spazi già occupati da Farcica: così si ricrea un gruppo di tre professionisti. Non solo. "Per noi è fondamentale avere un Centro medico associato - spiega il dottor Colombo -. Qui gli assistiti avranno migliori servizi, rispetto alla nostra precedente sede: siamo a piano terra, ci sono parcheggi per persone disabili, la fermata dell’autobus linea A, spazi rinnovati".

Abbiamo incontrato Cazzaniga e Colombo alle prese con il trasloco. "Ci siamo rimessi in gioco, perché vogliamo che questo spazio sia un presidio sanitario in una zona senza servizi - affermano -. Nonostante le manchevolezze del nostro sistema sanitario, noi vogliamo offrire le cure migliori in un quartiere povero di tutto. La medicina del territorio deve essere una medicina di servizio, continuativa". Gli spazi si articolano nei tre studi medici, un’infermeria, i servizi igienici. L’ambulatorio sarà aperto dalle 10 alle 20, ci saranno la segretaria e l’infermiera, per punture o altro. "Teniamo a dire ai nostri assistiti che, a parte la sede, per loro nulla cambia rispetto al passato: orari, contatti, modalità di prescrizione e ritiro delle ricette", tranquillizzano Cazzaniga e Colombo.

Accettate anche nuovi pazienti? "Noi li accetteremmo volentierii - risponde Colombo -, ma siamo già al limite e l’abbiamo superato". Entrambi i professionisti, infatti, sono di vasta esperienza e molto apprezzati dai cittadini, e questo è certificato dai numeri: la dottoressa Cazzaniga si occupa della salute di oltre 1.750 persone, il dottor Colombo di circa 2.000. Potrebbe bastare così, ma non basta. "In queste settimane abbiamo avuto persone senza medico che si sono presentate da noi in ambulatorio con un foglio di Ats, in cui si dice che possono accedere a qualsiasi studio medico del SSN per avere prescrizioni". Così, oltre ai già non pochi nostri pazienti, ci siamo dovuti occupare anche di chi aveva bisogno di farmaci, o giorni di malattia".