È stato condannato a 15 anni e 4 mesi di carcere il cittadino moldavo, unico arrestato della banda per la rapina avvenuta la notte di Capodanno 2016 al Beerbanti di Canegrate. L’ uomo risulta l’ unico fermato, mentre i due complici sono tuttora latitanti. L’uomo, ex cuoco della birreria bavarese, è stato condannato anche al pagamento di una provvisionale di 80 mila euro a favore di Giuseppe Cozzi, uno dei soci del locale rimasto gravemente ferito. Il moldavo è stato ritenuto colpevole di rapina, tentato omicidio e portò abusivo di arma bianca.

L’ imputato aveva chiesto ed ottenuto il rito abbreviato. Prima della decisione del gup ha spiegato davanti al giudice la sua verità.

Avrebbe partecipato alla rapina dopo essere stato costretto dai due connazionali con i quali aveva debiti. La procura aveva chiesto lo sconto di pena a dieci anni mentre la difesa solo il minimo della pena per rapina. Il moldavo era stato arrestato a Mosca, dove si era rifugiato dopo essere scappato in Francia. L’avvocato dell’imputato ha annunciato l’intenzione di impugnare la sentenza.

Ch.S.