La lettera coi sogni di Arianna. La felicità di mamma e papà

Il palloncino con le parole indirizzate a Babbo Natale “atterrato“ a Montepulciano. Il grazie della madre della bambina: "Che gioia sapere che è stata ritrovata".

"Buongiorno, sono la mamma di Arianna che ha tre anni ed è la sorella gemella di Francesco. La notizia del ritrovamento della letterina ci ha riempito il cuore di felicità. L’abbiamo fatta volare il 10 dicembre da Olgiate Olona in provincia di Varese". La ricerca è finita. La famiglia della bambina che ha scritto una favola, complice un palloncino e il vento che l’ha spinto fino alle pregiate vigne del vino Nobile a Montepulciano, in provincia di Siena, a quasi 450 chilometri di distanza, è stata dunque trovata.

Scrivendo un lieto fine per questa storia positiva che ha dell’incredibile: una letterina dove la piccola, visto che ha buttato via ciuccio e pannolone, chiede in regalo a Babbo Natale il lenzuolino di Biancaneve. Sfida le intemperie, attraversa città e campagna. Montagne e corsi d’acqua. Quando il palloncino non ce la fa più e scoppia, il desiderio della piccola di Olgiate atterra lungo una vigna a Montepulciano. Dove, prima di Natale, la scopre il proprietario del Podere Casanova, Isidoro Rebatto. Intuisce di trovarsi di fronte a qualcosa di straordinario nella sua semplicità, tanto da incorniciarla e metterla nella sala degustazione della tenuta. Dove la famiglia della piccola Arianna in primavera trascorrerà un bel week end. "Le ho scritto subito che saranno nostri graditissimi ospiti, decideranno loro quando hanno la possibilità di venire per brindare insieme", spiega Susanna Ponzin, moglie di Rebatto.

"È stato davvero bello questo incontro, per adesso virtuale, grazie alla letterina", aggiunge. "Accettiamo con piacere l’invito di venire a trovarvi – scrive sul profilo social dell’azienda della Valdichiana la mamma di Arianna –, magari in primavera. La notizia l’abbiamo appresa su La Prealpina (che ha citato La Nazione, ndr). Grazie per averci fatto vivere una vera magia di Natale!". "Una bellissima storia ma, a volte, mostrando i propri sentimenti si rischia di passare per stucchevoli. C’è chi fa dietrologia o vede addirittura opportunismo. Lasciano un po’ di amaro – confessa Ponzin – alcuni commenti sgradevoli che sporcano una cosa così bella". La mamma di Arianna al riguardo spazza il campo: "Ho fotografato la letterina prima di spedirla".