I centauri di tutta la Lombardia sono mobilitati da giugno per raccogliere fondi da destinare all’acquisto di buoni pasto, che verranno poi consegnati alle famiglie bisognose che stanno pagando il prezzo della crisi, prima sanitaria e poi economica. All’iniziativa in corso da alcune settimane, che ha come madrina la...

I centauri di tutta la Lombardia sono mobilitati da giugno per raccogliere fondi da destinare all’acquisto di buoni pasto, che verranno poi consegnati alle famiglie bisognose che stanno pagando il prezzo della crisi, prima sanitaria e poi economica. All’iniziativa in corso da alcune settimane, che ha come madrina la Federazione motociclistica italiana (Fmi), partecipano tutti i motoclub della regione, fra cui “SS 33 Sempione“ che raggruppa gli appassionati di Harley Davidson del Milanese e del Varesotto che hanno come “spina dorsale“ la statale del Sempione, appunto.

"Chiunque può partecipare con una donazione di qualsiasi importo – spiegano Raffaele De Nicola presidente del motoclub “SS 33 Sempione“, Mattia Bodini del Motoclub Gemonio e Stefano Guglielmetti del motoclub XV Custom –. A raccolta conclusa le donazioni saranno suddivise fra i motoclub di tutta la Lombardia, e ognuno prenderà poi contatto con i servizi sociali dei Comuni per la consegna dei buoni da dieci euro a chi ne avrà più bisogno".

L’iniziativa “Moto solidale“ si avvale della collaborazione di Edenred (l’azienda dei famosi Ticket Restaurant), che aggiungerà di tasca sua un 20 per cento alla cifra complessiva ricavata. Per partecipare c’è tempo fino a fine luglio. A quel punto si tireranno le somme. "La Lombardia è stata la regione più duramente colpita dal Covid 19 – raccontano gli organizzatori –. Ci è quindi sembrato giusto e doveroso esprimere un segno di vicinanza e di solidarietà". Come fare dunque per dare un contributo? Basta fare un bonifico al conto corrente il cui Iban è: IT16M0100501601 000000140104. Causale: “Lombardia Motosolidale“. I.A.