Controlli a tappeto anche sui clienti: così si dissuade l’acquisto

Situazione di spaccio degenerata tra Busto Garolfo e Furato denunciata da Vittorio Brumotti. Sindaci e forze dell'ordine chiedono maggior controllo per contrastare il problema.

Controlli a tappeto anche sui clienti: così si dissuade l’acquisto

Controlli a tappeto anche sui clienti: così si dissuade l’acquisto

Che lungo i sentieri che costeggiano i terreni agricoli, tra Busto Garolfo e Furato, non si lavorasse solo la terra, era noto da tempo ai sindaci del territorio e alle forze dell’ordine. Il servizio di Vittorio Brumotti, di Striscia la Notizia, ha posto sotto i riflettori una situazione degenerata al limite del grottesco. Un’intera zona controllata da decine di pusher che quotidianamente fanno passare di mano in mano centinaia di dosi di droga e che si contendono la clientela.

Un’emergenza che ha preoccupato i sindaci di Casorezzo, Inveruno e Busto Garolfo, che hanno chiesto in un incontro lo scorso febbraio con il prefetto di Milano, per un maggior controllo del territorio. L’attività di dissuasione della clientela, attraverso controlli ripetuti e gli accertamenti, da parte delle forze di polizia, sull’identità di chi percorre le strade più a rischio, rappresenta un ulteriore passo verso il contrasto allo spaccio selvaggio in queste zone.

Paolo Mattelli