Cerro Maggiore, un Pgt “cardioprotetto”: defibrillatore obbligatorio in negozi e attività con più di 15 dipendenti

Una norma importante inserita nel documento di programmazione urbanistica

Agenti della locale al corso sui Dae

Agenti della locale al corso sui Dae

Cerro Maggiore (Milano), 19 febbraio 2024 - In paese il nuovo Pgt prevede che per le nuove attività commerciali e terziarie aperte al pubblico con più di 15 dipendenti sarà obbligatoria l'installazione di un defibrillatore.

Il Piano di governo del territorio prevede una norma importante oggi inserita nel documento di programmazione urbanistica. Il Dae sarà obbligatorio per le nuove attività che sorgeranno sull’ex Gianazza col Tigros, sull’ex Manifattura di Legnano, sull’area ex Brenta Precompressi, e per l’ex Fonderia cerrese. Tutte zone che vedranno nuove attività con diversi addetti, sicuramente superiori a 15 unità.

Si tratta di un Pgt "cardioprotetto" che diventa l'unico nel suo genere in Italia. Così il sindaco Nuccia Berra: "Nel momento di scrivere il Pgt abbiamo iniziato un lavoro intenso con l'associazione 'Sessantamila vite da salvare' per trovare una norma che potesse potenziare la presenza di defibrillatori sul nostro territorio, specialmente nelle zone oggi meno servite da questi importanti strumenti salvavita. Cercando una soluzione che contemperasse le nostre esigenze e la nostra volontà politica di andare oltre ai limiti dell'attuale normativa nazionale siamo arrivati alla predisposizione di una specifica osservazione predisposta dal nostro ufficio tecnico che ampliasse quanto disposto dall'art 5 delle norme del Documento di Piano.  Certamente è un primo passo, ma significativo. La nostra volontà sarà quella di condividere questa proposta normativa con gli altri comuni che andranno, da qui in avanti, a rivedere il proprio Pgt, proponendo loro di adottare la nostra norma".