DANIELE DE SALVO
Cronaca

Lecco, botte e minacce per portare vie sigarette e spiccioli: fermati i due piccoli boss

A un ragazzo di 15 anni e a un 17enne è contestata un’interminabile serie di colpi. Ricercato un terzo complice

Lecco, 25 giugno 2024 – Erano il terrore dei loro coetanei. Gli agenti della Mobile di Lecco hanno arrestato un ragazzino di 15 anni e un 17enne. Sono accusati di aver messo a segno una serie interminabili di rapine in branco contro adolescenti della loro stessa età. Un terzo complice è ancora ricercato.

Le imprese della coppia di bulli-rapinatori hanno attirato l'attenzione della Mobile (Archivio)
Le imprese della coppia di bulli-rapinatori hanno attirato l'attenzione della Mobile (Archivio)

Minacce, spintoni, botte: un modo soprattutto per affermare il loro potere, come piccoli boss. Il più delle volte infatti hanno racimolato solo pochi euro, oppure qualche pacchetto di sigarette.

A coordinare le indagini, svolte dagli investigatori della Mobile, sono stati i magistrati della Procura dei minorenni di Milano, che contro i due hanno emesso altrettante misure di custodia cautelare: uno non può uscire di casa, l'altro è in istituto penale minorile.