Viaggi di Natale, prezzi alle stelle. Caccia alle offerte last minute

Stangata sui biglietti per il Sud. Federconsumatori: aumenti fino al 33%, prezzi insostenibili. Linate e Malpensa, oltre mezzo milione di transiti nel ponte. Tutto esaurito sulle linee di Flixbus

Passeggeri in partenza all'aeroporto di Orio al Serio
Passeggeri in partenza all'aeroporto di Orio al Serio

Milano, 18 dicembre 2023 – Il volo più economico Milano-Napoli solo andata, partendo venerdì 22 dicembre, costa 100 euro con Ryanair, a fronte di una sveglia all’alba. Un biglietto aereo per Bari, nella stessa data, costa invece 223 euro, 197 euro per Palermo.

Ma per chi guarda verso Nord ci sono anche offerte stracciate dell’ultimo minuto: 22 euro Milano-Londra, 28 euro per Bruxelles con partenza alle 6.15 da Orio. Cambiando mezzo di trasporto, il risultato non cambia. Diverse corse Milano-Napoli con l’alta velocità segnano già il tutto esaurito.

Quelle che restano registrano prezzi in crescita. Da 124 fino a 305 euro partendo il 22 dicembre da Milano Centrale con Frecciarossa, da 83 fino a 152 euro con Italo. Un lungo viaggio notturno per Napoli con FlixBus, la compagnia di autobus che collega Milano con circa 300 città di tutta Europa, costa da 87 a 110 euro, fino a 219 euro per andare a Parigi. Stiamo parlando sempre di viaggi sola andata. Poi c’è il ritorno, con la possibilità di abbattere i costi con un rientro dopo l’Epifania, quando i prezzi tornano alla normalità.

Una impennata dei prezzi che spinge verso "soluzioni creative" – come i viaggi in auto con sconosciuti dividendo le spese con forme di "autostop digitale" fino all’affitto di minivan o alle partenze subito dopo Natale rinunciando a cenone e pranzo – una folla di lavoratori, pensionati o studenti che vivono in Lombardia e cercano di trascorrere le feste con i parenti rimasti in altre zone d’Italia. Per i vacanzieri che non hanno ancora prenotato, e possono permettersi partenze con date e mete flessibili, conviene invece aspettare le offerte dell’ultimo minuto.

"Come ogni anno i prezzi salgono in occasione delle festività – spiega Carmelo Benenti, presidente di Federconsumatori Milano – Ormai è inutile anche prenotare con mesi di anticipo. Bisogna considerare che in Lombardia non si parte solo per andare in vacanza ma anche per motivi familiari, per ricongiungersi con i parenti nelle città d’origine. Una situazione insostenibile soprattutto per studenti, precari, lavoratori con stipendi bassi, famiglie impoverite dall’inflazione".

Dagli ultimi dati dell’osservatorio di Federconsumatori emerge che viaggiando tra Natale e Capodanno si spende in media il 33% in più per un biglietto aereo o del bus rispetto a un periodo normale, il 20% in più scegliendo il treno. In Lombardia i rincari pur pesanti sono però meno elevati rispetto ad altre zone d’Italia, dove c’è meno offerta di mezzi di trasporto a fronte di un picco di domanda. Intanto il sistema dei trasporti, dopo la pandemia e la successiva ripresa, torna ai numeri pre-Covid e in alcuni casi li supera.

Dal 22 al 27 dicembre , secondo gli ultimi dati Sea, sono previsti circa 535mila passeggeri in arrivo e partenza negli scali milanesi: 388mila a Malpensa e 147mila a Linate. Un aumento, rispetto all’anno scorso, dovuto alla grande ripresa dei voli intercontinentali. Per l’amministratore delegato di Sea, Armando Brunini, il 2023 "è l’anno del pieno recupero" con la previsione di "chiudere in pari con l’epoca pre-Covid". Solo easyJet conta circa 40mila passeggeri in partenza dal Terminal 2 di Malpensa, hub della compagnia low cost britannica, nei giorni intorno al Natale. Le tre destinazioni domestiche più gettonate sono Catania, Palermo e Napoli.

Le mète preferite

Quelle internazionali, sempre da Malpensa, sono Londra, Parigi e Barcellona. FlixBus ha "incrementato il numero delle connessioni operative da Milano verso le altre aree del Paese per il mese di dicembre". E su molte corse, spiega la compagnia, "si registra già il tutto esaurito". Sul capitolo prezzi "opera con un modello di pricing dinamico analogo a quello utilizzato dalle principali compagnie di trasporto, in base a cui il costo del biglietto cresce all’aumentare del tasso di riempimento dell’autobus". Prenotando con anticipo, ci si può quindi aggiudicare tariffe migliori, mentre a ridosso della partenza i prezzi tendono a salire.