Il bonus vacanze, misura introdotta per sostenere il comparto turistico italiano, messo alla prova dalle restrizioni Covid, può essere ancora sfruttato. Nonostante non si possa più fare richiesta di accesso ai benefici del provvedimento (i termini per presentare l'istanza sono scaduti il 31 dicembre dell'anno scorso), il contributo può essere utilizzato fino al 31 dicembre di quest'anno.

  1. Fino a quando
  2. Come funziona
  3. A quanto ammonta
  4. A chi spetta
  5. Erogazione
  6. E se non lo uso?

Fino a quando può essere utilizzato

Il bonus vacanze può essere utilizzato ancora fino al 31 dicembre 2021. A fare fede sarà la data della prenotazione. I soggiorni, quindi, potranno essere messi in calendario anche in date successive all'ultimo giorno dell'anno. Basterà prenotarli prima della scadenza (e, contestualmente, saldare il conto). No, invece, a vacanze "con lo sconto" qualora al titolare del buono vacanze venisse l'idea di organizzare un viaggio in date successive al 31 dicembre: a quel punto il bonus non sarà più in vigore. La prima occasione per impiegarlo, quindi, è il ponte dell'Immacolata a cavallo dell'8 dicembre. Successivamente è a disposizione anche il lungo periodo delle vacanze natalizie, fra il 2021 e il 2022.

Come funziona

Il bonus vacanze può essere goduto per l'80% sotto forma di sconto immediato sul corrispettivo dovuto alla struttura o al fornitore del servizio (agenzia viaggi e soggetti simili), e per il restante 20% come detrazione d'imposta in sede di dichiarazione dei redditi per l'anno fiscale in cui è stato speso.

A quanto ammonta

L'importo dell'agevolazione può arrivare a 500 euro. Può essere impiegata per pagare servizi e di pacchetti turistici offerti in ambito nazionale (data l'esigenza di venire incontro al settore messo alla prova dalle restrizioni Covid decise dal governo) dalle imprese turistico ricettive, dalle agenzie di viaggi e tour operator e dagli agriturismi e dai bed & breakfast. L'entità del bonus dipende dalle dimensioni del nucleo familiare che ha fatto richiesta. E' di 500 euro per le famiglie composte da tre o più persone, di 300 euro per i nuclei di due persone, di 150 euro per i single.

A chi spetta

Possono ottenere il bonus vacanze le famiglie con Isee fino a 40mila euro. Per il calcolo dell'Isee, l'Indicatore della situazione economica equivalente, bisogna compilare la Dichiatazione sostitutiva unica (Dsu). 

Erogazione del bonus

Il bonus viene erogato solamente in forma digitale. Per questo almeno uno dei componenti della famiglia che ha fatto richiesta doveva essere in possesso dell'identità digitale Spid o della Carta d'identità elettronica (Cie). Al bonus è associato un QR code che non va stampato, ma può essere conservato sullo smartphone.

E se non lo uso?

Nella guida elaborata dall'Agenzia delle Entrate viene chiarito che lo sconto dovuto per il bonus vacanze non può essere rimborsato dall'operatore turistico scelto in caso il soggiorno "salti" per un qualsiasi motivo. Inoltre il bonus va sfruttato in un'unica soluzione e senza possibilità di suddividerlo in più "mini-bonus". Non potrà essere utilizzato, quindi, per un secondo viaggio o vacanza. 

Leggi anche:

Aperti sei corridoi turistici: ecco dove si può andare in vacanza

Sci e impianti di risalita: tutte le regole per la riapertura in sicurezza