Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
27 lug 2022

Strage di via Palestro a Milano, l'omaggio ai caduti a 29 anni dall'eccidio mafioso

Tra i molti eventi, questa sera al Cimitero monumentale l'orchestra sinfonica col Requiem di Mozart e il suono delle sirene, alle 23.15, dove esplose la bomba

27 lug 2022
29esimo anniversario dell'eccidio mafioso a Milano
Strage di via Palestro: la commemorazione dei caduti del sindaco Sala
29esimo anniversario dell'eccidio mafioso a Milano
Strage di via Palestro: la commemorazione dei caduti del sindaco Sala

Milano, 27 luglio 2022 - Era la sera del 27 luglio 1993, quando un'auto bomba esplose in via Palestro a Milano, uccidendo i vigili del fuoco Carlo La Catena, Sergio Pasotto e Stefano Picerno, l'agente di polizia municipale Alessandro Ferrari e Moussafir Driss, che dormiva su una panchina.  La città di Milano e i suoi Vigili del fuoco si accingono a celebrare il 29esimo anniversario della strage mafiosa : "Vogliamo continuare a rendere omaggio a questi caduti e mantenere viva la loro memoria ricordando quel drammatico momento insieme ai familiari delle vittime e ai cittadini", scrivono i Vigili del fuoco di Milano in una nota. Strage di via Palestro, eccidio di mafia: la storia per tappe Sala: "Tutte le energie contro la mafia" "Oggi Milano si ritrova in via Palestro, con la consapevolezza di una comunità decisa a lottare con tutte le sue energie contro la mafia", ha sottolineato il sindaco Giuseppe Sala nel discorso tenuto questa mattina durante la commemorazione sul luogo della strage, in via Palestro, di fronte al Padiglione d'Arte Contemporanea, con la deposizione delle corone di fiori. Dopo l'attentato Milano ha saputo reagire "ed è diventata un punto di riferimento per chi ha a cuore il rispetto delle regole - ha aggiunto il sindaco -. La cura della legalità, il miglior antidoto contro la criminalità organizzata, ha assicurato alla nostra città l'azzeramento degli omicidi mafiosi e la drastica riduzione dei reati, ma come sappiamo le infiltrazioni sono ancora numerose nella città più dinamica d'Italia". Sala ha poi ricordato le trasformazioni che vivrà Milano nei prossimi anni, con i cantieri per le Olimpiadi, gli effetti del Pnrr, gli scali ferroviari: "Questa trasformazione, come già avvenuto con l'Expo, dovrà realizzarsi nel nome delle legalità, grazie per esempio ad un Protocollo che richiederà a ogni azienda di comunicare il titolare ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?