Milano, furti nelle vie dello shopping con borse schermate

La Squadra Mobile ha eseguito tre arresti e recuperato la merce. In manette anche 3 filippini che spacciavano shaboo usando un’auto in car sharing

Furti a Milano nelle vie dello shopping con borse schermate per superare i dispositivi antitaccheggio

Furti a Milano nelle vie dello shopping con borse schermate per superare i dispositivi antitaccheggio

Milano, 23 luglio 2023 – Squadra mobile in azione per contrastare sia i furti nel periodo ‘caldo’ dello shopping e dei saldi, sia per arginare il fenomeno dello spaccio e del consumo di droga.

La Polizia di Stato a Milano, nel corso di questa settimana, ha arrestato otto persone: tre per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti sequestrando 20 grammi di shaboo, 735 euro e cinque per furto aggravato in concorso.

Borse schermate per furti

Martedì sera, durante un servizio per il contrasto dei reati in genere e nello specifico di tipo predatorio, gli agenti della 6^ Sezione 'Contrasto al Crimine Diffuso' della Squadra Mobile hanno fermato in corso Vittorio Emanuele due cittadine cubane di 49 e 44 anni e un cittadino peruviano di 57 anni che poco prima avevano rubato, con l'aiuto di borse schermate, nei negozi della zona, dei capi d'abbigliamento per un valore di 135 euro. I tre, ancora in possesso della merce sono stati arrestati per furto aggravato in concorso.

Giovedì intorno alle 19.30, in Corso Buenos Aires, gli agenti della Squadra Mobile a seguito di uno specifico servizio di monitoraggio della zona commerciale al fine di contrastare i reati predatori, hanno arrestato due cittadine bulgare di 38 e 30 anni per furto aggravato in concorso. Poco prima, all'interno di un'attività commerciale, avevano derubato una cittadina italiana di 38 anni del suo portafoglio contenente 40 euro e documenti personali.

Approfondisci:

Varese, le sorelle ladre e la cassiera complice: nel carrello 1.300 euro di merce, ma pagano solo 130 euro

Varese, le sorelle ladre e la cassiera complice: nel carrello 1.300 euro di merce, ma pagano solo 130 euro
Approfondisci:

Saturnino borseggiato a Milano, lui risponde con ironia: “Vinci al SuperEnalotto”

Saturnino borseggiato a Milano, lui risponde con ironia: “Vinci al SuperEnalotto”

Approfondisci:

Furto in Galleria Milano: ladra bloccata da un passante

Furto in Galleria Milano: ladra bloccata da un passante

Shaboo: lo spaccio

Sempre martedì sera, nell'ambito di un mirato servizio volto al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti della stessa sezione della Mobile hanno individuato in viale Famagosta, un appartamento quale luogo abituale allo spaccio di sostanze stupefacenti dal quale i poliziotti hanno notato uscire una cittadina thailandese di 52 anni che fermata per un controllo ha consegnato 1 grammo di shaboo (anfetamina considerata la ‘droga dei Filippini’ perché particolarmente diffusa el sud est asiatico) che aveva precedente acquistato in cambio di 120 euro, pertanto è stata deferita all'Autorità Giudiziaria. Una volta all'interno dell'abitazione, gli agenti hanno trovato una cittadina thailandese di 53 anni in possesso di 6,4 grammi di shaboo e 540 euro in contanti, per cui è stata arresta per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Giovedì sera, a San Donato Milanese, durante un'attività investigativa finalizzata al contrasto dello spaccio di droga, gli agenti della 6^ Sezione hanno fermato un'autovettura car sharing con a bordo tre cittadini filippini di 51, 45 e 39 anni. In possesso del 51enne e del 45enne, che sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di droga, i poliziotti hanno sequestrato 13,5 grammi di shaboo e 735 euro in contanti. Il 39 enne, conducente del veicolo, è stato indagato in stato di libertà perché sprovvisto di patente di guida, avendo commesso lo stesso reato in un biennio.