Lombardia, diminuisce la produzione pro capite di rifiuti: il report di Arpa

Le riduzioni maggiori registrate a Mantova e a Cremona, quelle minori a Milano e a Bergamo. Per l’assessore regionale Giorgio Maione "l’economia circolare lombarda sta diventando un modello”

Raccolta di rifiuti
Raccolta di rifiuti

Milano, 15 dicembre 2023 – L’ultimo report di Arpa Lombardia ha fornito i valori che riguardano la produzione di rifiuti nel territorio regionale. Nel 2022 la produzione dei rifiuti urbani in Lombardia ha registrato un decremento del -3,2%, attestandosi a 4.616.465 tonnellate. Diminuisce anche la produzione pro capite che cala del -3,1% rispetto all’anno precedente che passa da 478,6 kg/abitante per anno (1,31 kg/abitante per giorno), a 463,9 kg/abitante per anno (1,27 kg/abitante per giorno).

A livello regionale, Arpa Lombardia fa sapere che la percentuale di raccolta differenziata rimane al 73,2%, lo stesso valore registrato anche nel 2021. Nel 2022 si è registrato un aumento nel recupero complessivo di materia ed energia: si è passati dal 83,9% nel 2021 all’84,8% nel 2022. Di questi dati si sottolinea una leggera diminuzione del recupero di materia, dal 62,8% al 62,7%, ma un incremento del recupero di energia, dal 21,1% al 22,1%. 

Le parole dell’assessore

“Sono valori molto positivi – ha commentato l’assessore all'ambiente e clima Giorgio Maione – che premiano sia gli sforzi di Regione sia di tutti i cittadini che si sentono coinvolti nelle tematiche ambientali. Vedere questi valori in continuo miglioramento sono sicuramente uno stimolo per tutti. L’economia circolare lombarda sta diventando sempre di più un modello”.

I dati delle singole province

Come riferito dall’assessore, in tutte le province lombarde si è registrata una riduzione nella produzione pro-capite rispetto al 2021, a conferma che l’impegno sulle tematiche ambientali coinvolge tutto il territorio lombardo. Le diminuzioni maggiori sono state riscontrate nelle province di Mantova (-7,8%), Cremona (-7,1%), Monza e Brianza (-5,5%), Varese (-4,9%) e Pavia (-4,8%) mentre quelle con i decrementi minori sono state la Città Metropolitana di Milano (-0,5%) e Bergamo (-2,3%). Inoltre in discarica sono state smaltite direttamente 1.890 tonnellate di rifiuti indifferenziati pari allo 0,041%; in questo caso il dato è in diminuzione rispetto al 2021, quando si registrò lo 0,045%.