Monza, Andrea travolto e ucciso a 11 anni: i genitori si oppongono all'archiviazione

Il piccolo Chen Wen Tao il pomeriggio del 27 aprile scorso ha attraversato la strada di corsa ed è stato investito ed ucciso da un'auto

Il piccolo Chen Wen Tao, per tutti  Andrea, e il tragico incidente

Il piccolo Chen Wen Tao, per tutti Andrea, e il tragico incidente

Monza, 16 Gennaio 2023 - La Procura ha chiesto l'archiviazione delle indagini sull'incidente che il pomeriggio del 27 aprile scorso è costato la vita al piccolo Chen Wen Tao, da tutti conosciuto con il nome di Andrea, il bambino di 11 anni nato in Italia da genitori cinesi investito da un’auto in via Buonarroti. Ma i familiari del piccolo si sono opposti davanti al gip del Tribunale di Monza Andrea Giudici, che si è riservato di decidere.

Approfondisci:

Monza, bambino morto investito in via Buonarroti: "L’ho visto per terra, la mamma piangeva accoccolata a lui”

Monza, bambino morto investito in via Buonarroti: "L’ho visto per terra, la mamma piangeva accoccolata a lui”

Sulla tragedia esiste un video di una telecamera che si affaccia sulla strada le cui immagini mostrano il bambino che esce dal cortile della sua abitazione e, sotto gli occhi della mamma, attraversa la strada passando attraverso una fila ferma di automezzi. Per raggiungere i nonni di un compagno di classe che lo dovevano accompagnare ad una festa tra amichetti. Chen si vede sbucare fuori dalla coda dopo un camioncino che, a causa delle dimensioni, potrebbe avergli oscurato ancora di più la visuale nell’attraversamento della carreggiata, non permettendogli di vedere la Mini Countryman condotta da una donna, M.M.M., 50enne residente a Brugherio, che stava sopraggiungendo. E anche l’automobilista avrebbe avuto la visuale occupata.

La perizia cinematica ha poi concluso che la donna viaggiava a soli 44 chilometri orari. Per questo la pm monzese Emma Gambardella ha chiesto che il fascicolo per omicidio colposo venga archiviato. Ma per il legale dei genitori del bimbo, l'avvocato Marco Ventura, la strada particolarmente trafficata e con diversi attraversamenti pedonali avrebbe dovuto indurre l'automobilista a tenere una velocità ancora più bassa e una maggiore attenzione