Coronavirus
Coronavirus

Milano, 26 novembre 2020 - Alla vigilia del giorno in cui la Lombardia potrebbe ufficalmente passare in zona arancione, si attende dal bollettino odierno la conferma del costante calo dei nuovi positivi da coronavirus e dei principali indicatori del contagio: indice Rt, rapporto tamponi/positivi e pressione sugli ospedali. I nuovi casi di oggi in Lombardia sono 5.697 con 44.231 tamponi processati, per un rapporto nuovi positivi/tamponi del 12,8%, in leggero rialzo rispetto al 12,2% di ieri. Alto il numero dei decessi, oggi 207, per un totale di vittime arrivato a quota 21.212. Per quanto concerne i ricoveri segno meno sia sul fronte delle terapie intesive che sul fronte dei ricoveri negli altri reparti: calo di 8 per i pazienti più gravi (con 934 posti occupati) e di 118 negli altri reparti (7.996). 

La curva della diffusione del virus (dati Ministero della Salute)

Bollettino Covid Italia giovedì 26 novembre / Pdf

In Italia è di 29.003 nuovi casi positivi e 822 morti (ieri 722) il bilancio di oggi  della pandemia da coronavirus in Italia.  Sono stati eseguiti 232.711 tamponi, 2.704 più di ieri.  L'incidenza percentuale dei nuovi positivi rispetto ai tamponi fatti è del 12,46%, in leggera salita rispetto a ieri (11,24%). La regione con il maggior numero di contagi resta la Lombardia con 5.697 casi, seguita dal Veneto 3.980 e dalla Campania 3.008. In miglioramento i dati del fronte ospedaliero con 34.038 pazienti ricoverati con sintomi (-275) e 3.846 in terapia intensiva (-2). Gli attualmente positivi sono 795.845 (+4.148) mentre sono 24.031 le persone dimesse o guarite. 

Bollettino Covid Regione Lombardia

Sono 2.060 a Milano e provincia i nuovi casi di positivi al coronavirus, di cui 1.020 a Milano città. Per quanto riguarda le altre province, la più colpita è Monza Brianza con 666 nuovi casi, seguita dai 559 di Varese e dai 464 di Como. A Bergamo i nuovi contagi da coronavirus sono 208, a Brescia 451, a Cremona 125, a Lecco 235, a Lodi 114, a Mantova 219, a Pavia 341 e a Sondrio 121.

Coronavirus Lombardia 26 novembre

Tra ottimismo e prudenza

I numeri spingono dunque verso un allentamento delle misure restrittive, tuttavia la stessa Regione Lombardia, da giorni in pressing sul Governo affinché conceda il cambio di zona da rossa ad arancione, invita alla prudenza. "Dalla zona rossa alla zona arancione le differenze sono minime - ammonisce l'assessore al Welfare, Giulio Gallera - riaprono i negozi di abbigliamento, gli estetisti, ma chiaramente non è un liberi tuttiE' chiaro che quello che è successo in estate e a settembre deve insegnare grande prudenza e responsabilità, soprattutto nei comportamenti individuali". 

Focolaio in municipio

Cautela, dunque. A maggior ragione visto che non mancano comunque i campanelli d'allarme. A Cassina Rizzardi, ad esempio, dove si è sviluppato un focolaio in municipio: sei i contagiati, tra cui il sindaco del paese comasco. 

Dpcm Natale

Sono poi giorni decisivi anche per il nuovo Dpcm Natale che entrerà in vigore il 4 dicembre e conterrà le nuove misure per fronteggiare l'epidemia di coronavirus che resteranno valide durante le vacanze di Natale e di fine anno. Oggi per il premier Conte è il giorno del vertice con i capi delegazione del governo e i ministri interessati, poi il summit con le Regioni. 

Tampone sospeso al centro commerciale

Il centro commerciale Corte Lombarda di Bellinzago Lombardo, hinterland di Milano, in collaborazione con il Comune ha lanciato il progetto del "tampone sospeso" tamponi gratuiti per le persone e le famiglie indigenti. I tamponi che saranno messi a disposizione dal centro commerciale potranno essere richiesti d utilizzati da cittadini che saranno segnalati direttamente a un poliambulatorio privato dal Comune, nel totale rispetto della privacy.