Si torna a lavorare sulla ciclopedonale

Riprende il cantiere dell'ultimo tratto della ciclopedonale Pisogne-Toline, dopo due anni di stop. L'investimento di 800mila euro sosterrà il turismo nella regione del Sebino.

Con l’avvio di un nuovo progetto e l’assegnazione dei lavori a una ditta ritenuta sicura e affidabile, riprende il cantiere dell’ultimo tratto della ciclopedonale Pisogne-Toline, che dovrà essere completato entro 180 giorni. Da qualche giorno gli operai sono al lavoro per la costruzione dell’ultimo tratto di ciclabile a sbalza sul lago in territorio pisognese. Le opere erano ferme da quasi due anni, con i conseguenti problemi derivanti dal traffico a senso unico alternato coordinato da un semaforo. Dopo lo stop dei lavori e le criticità riscontrate con la precedente ditta appaltatrice, la transizione verso la nuova azienda ha segnato il via libera per la ripresa delle attività sul terreno, dissipando i malumori e le perplessità tra la popolazione. Il costo stimato per questa fase dell’opera ammonta a 800mila euro, di cui 200mila a carico del Comune di Pisogne. Si tratta di un investimento significativo, destinato a sostenere il turismo nella regione del Sebino, sempre più orientato verso la mobilità sostenibile e le attività all’aria aperta lungo le sponde del lago. Quando le opere saranno terminate si potrà andare in sicurezza dal lungolago e dalla piazza di Pisogne fino all’inizio della ciclopedonabile Vello -Toline.