Dopo gli assalti alle oreficerie. Raccolta di firme a quota 900: "Serve un presidio della Locale"

Brescia, i consiglieri di minoranza di Fratelli d’Italia chiedono una postazione fissa della Polizia municipale

Dopo gli assalti alle oreficerie. Raccolta di firme a quota 900: "Serve un presidio della Locale"

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia che ha promosso la raccolta di firme per chiedere l’istituzione di un presidio fisso di Polizia Locale

Oltre 900 firme raccolte per chiedere un presidio fisso della Polizia Locale in piazza Vittoria. L’iniziativa lanciata un paio di settimane fa da Fratelli d’Italia ha raccolto l’interesse di tanti cittadini, "senza tessera di partito" come specifica la consigliera comunale Mariachiara Fornasari: ora sarà portata in commissione Sicurezza come petizione popolare e, da lì, dovrebbe approdare in Consiglio.

"Brescia è diventata ormai la capitale del vengo e faccio quello che voglio", è l’affondo del capogruppo Mattia Margaroli, anche alla luce dell’ultimo furto subito ieri da un negozio di abbigliamento in Sant’Agata, secondo in 2 giorni. Dopo l’eclatante rapina a mano armata in via X Giornate, la sindaca ha chiesto ed ottenuto l’arrivo di reparti speciali dal Governo.

"A questa amministrazione – sottolinea Margaroli – ci sono voluti 6 mesi per prendere atto che manca la sicurezza, mentre il Governo in meno di 24 ore ha detto che avrebbe mandato ulteriori forze dell’ordine". Secondo Fratelli d’Italia, l’attuale presenza di forze dell’ordine in piazza Vittoria non è sufficiente. "Serve un presidio fisso nelle ore più calde – evidenzia Carlo Andreoli di FdI – non lo diciamo noi, ma i commercianti, i residenti. Se ci fosse un presidio fisso, forse il rapinatore non andrebbe via in monopattino". Altra sollecitazione è che la Loggia cambi il regolamento di Polizia Locale per introdurre il Daspo urbano, in aggiunta al Willy, che già la Questura utilizza, contro la microcriminalità. "Può accelerare la via della prosecuzione penale – dice la consigliera di minoranza Nini Ferrari – avrebbe un effetto deterrente importante".