Lago di Como, l’ex calciatore Cordoba fa vietare i matrimoni vip a Villa Bonomi: “Troppo rumore”

L’ex difensore dell’Inter ha fatto causa alla società che gestisce la lussuosa dimora. I giudici gli hanno dato ragione e imposto al Comune di Como di mettere fine agli eventi glamour

Villa Bonomi (a sinistra) e l'ex difensore dell'Inter Ivan Ramiro Cordoba

Villa Bonomi (a sinistra) e l'ex difensore dell'Inter Ivan Ramiro Cordoba

Quasi all’alba dei suoi cinquant’anni, l’ex calciatore dell’Inter Ivan Ramiro Cordoba vuole godersi il silenzio del lago di Como insieme alla bellissima moglie Maria Isabel Yepes. Per questo, stufo del rumore causato dagli eventi e dai matrimoni dei vip che si svolgevano della vicina Villa Bonomi, ha fatto causa alla società che la gestisce. E ha vinto: i giudici gli hanno dato ragione.

L’ex attaccante abita in via Panoramica San Pietro, molto vicino alla lussuosa dimora lacustre di Villa Bonomi, che da qualche anno è uno degli scenari preferiti per eventi e matrimoni vip. Centinaia di persone, musica ad alto volume fino a notte inoltrata: Corboba e famiglia erano stanchi del “casino” e, come anticipato da La Provincia di Como, un anno fa avevano avviato un anno fa una battaglia legale in quanto residenti.

Lunedì 31 luglio i giudici del Tribunale amministrativo regionale hanno dato ragione all’ex difensore colombiano e hanno obbligato gli uffici del Comune di Como a mettere fine agli appuntamenti glamour della villa, invitando la società che la gestisce a tornare all’originaria “destinazione commerciale”

Nella sentenza dei giudici amministrativi viene sottolineato “quanto al rumore, che una cosa è lo svolgimento di feste di compleanno tra i conduttori degli immobili e un numero di persone proporzionato allo spazio dell'appartamento, altra cosa è lo svolgimento di matrimoni e altre attività che, per il numero di persone che attirano e per la tipologia di servizi che richiedono, comportano ben altri spazi e aree standard”.