Cantù, spari nella notte di Capodanno: identificati e denunciati due giovani

Si tratta di due studenti quattordicenni incensurati, denunciati dai carabinieri di Cantù per porto di armi e oggetti atti ad offendere e accensioni ed esplosioni pericolose

L'arma sequestrata

L'arma sequestrata

Cantù (Como), 7 gennaio 2024 – Sono stati identificati in poche ore i due ragazzi ritenuti i responsabili dell’esplosione di colpi la notte di Capodanno sagrato della Basilica di San Paolo. Si tratta di due studenti quattordicenni incensurati, denunciati dai carabinieri di Cantù per porto di armi e oggetti atti ad offendere e accensioni ed esplosioni pericolose.

A loro sono arrivati attraverso un video diffuso sui social. La perquisizione nell’abitazione di uno dei due, ha consentito di trovare la pistola scacciacani priva di tappo rosso, una pistola a salve replica di un modello vero, che è stata utilizzata per esplodere i colpi la notte di San Silvestro.