Brescia, primo caso sospetto di Dengue

Piano anti-zanzare del Comune: dalle prime ore del mattino la disinfestazione .

Brescia, primo caso sospetto di Dengue

Piano anti-zanzare del Comune: dalle prime ore del mattino la disinfestazione .

Primo caso sospetto di febbre da Dengue a Brescia. In attesa della conferma, il Comune ha già comunicato che oggi metterà in campo uno specifico e capillare intervento anti-zanzare nella zona di via delle Tofane. L’area coinvolta comprende via F. Baracca, via Cantore, via Montello, via Monte Cengio, via Monte Ortigara, via Guarneri, via Attilio Franchi, via Enrico Toti, via San Bartolomeo, via Sant’Eustacchio, via Randaccio, via delle Tofane, Galleria Vittorio Veneto e via Monte Cimone. La rilevazione di un caso in questo periodo è anomala, ma non inattesa: il Ministero della Salute ha lanciato l’allerta alla luce di quanto sta accadendo in Sud America, dove da inizio anno si sono registrati 3 milioni di infezioni. Anche il caso bresciano sarebbe nato da un contagio in viaggio (tramite zanzara, questa simil-influenza non si trasmette da persona a persona direttamente), ma come previsto dal piano nazionale, il personale incaricato dal Comune di Brescia, in ottemperanza alle prescrizioni ricevute da Ats, provvederà comunque a effettuare un trattamento di disinfestazione dalle 4 alle 6 di oggi sulle aree pubbliche e dalle 6 sulle aree private (in questo caso solo se saranno presenti i proprietari) nel raggio di 200 metri dall’abitazione in cui vive la persona che potrebbe aver contratto il virus. Qualora i residenti dovessero venire a conoscenza di questo urgente trattamento dopo le 6 del 30 marzo sono invitati a contattare il numero 328.0413153 entro le 9 dello stesso giorno per riprogrammare l’intervento. F.P.