Per il secondo anno di fila verrà cancellata la Sagra di San Giovanni, la festa che si svolge a fine giugno sull’Isola Comacina e si conclude con lo spettacolo pirotecnico che richiama decine di migliaia di turisti sulle sponde del lago. "A malincuore dobbiamo cancellarlo – spiega il sindaco di Tremezzina, Mauro Guerra – Non è possibile organizzare un evento che richiama decine di migliaia di persone riuscendo a garantire il rispetto delle misure di sicurezza e il distanziamento sociale". La Sagra di San Giovanni era stata annullata anche l’anno scorso sempre per colpa delle restrizioni legate alla pandemia. L’ultimo sacrificio, si spera, in vista di una stagione turistica ormai alle porte. Alcuni tra gli hotel più prestigiosi del lago hanno infatti riaperto già lo scorso weekend e agli altri ripartiranno a metà mese.