Ambulanza
Ambulanza

Como, 14 maggio 2019 - Si è alzata dalla cattedra, «Non mi sento bene, vado in bagno», ha detto agli studenti di seconda della scuola media di Albavilla, che l’hanno vista poi accasciarsi immediatamente su un banco. Un malore che non ha lasciato scampo nemmeno al bimbo che aveva in grembo, che sarebbe nato tra tre mesi. Laura Forni, insegnante di 41 anni di Tavernerio, in servizio come supplente alle scuole medie di Albavilla, è stata male ieri mattina pochi minuti dopo le 8, all’interno delle scuole di via Porro in cui aveva appena preso servizio.

È caduta sul banco di un alunno, ed è stata subito soccorsa. Il medico del 118 e il personale sanitario l’hanno trasportata in emergenza all’ospedale Valduce di Como, dopo aver tentato alcune manovre di stabilizzazione. In pronto soccorso è arrivata alle 9.30: i medici sono intervenuti subito, ma ogni tentativo di mantenerla in vita, è stato vano.

Hanno tentato di salvare il bimbo, già al sesto mese, dovendo però fare i conti con una situazione gravissima e molto compromessa, la donna che non reagiva in alcun modo. Nel giro di qualche ora, Laura ha smesso di vivere, e con lei il bimbo. Cosa abbia causato la sua morte è ancora tutto da accertare. Certamente un malore improvviso, che potrebbe essere un problema cardiaco o circolatorio, stando ai sintomi manifestati, ma già da oggi dovranno essere svolti tutti gli accertamenti necessari a integrare la diagnosi su cui hanno cercato di intervenire ieri i medici. Sarà il magistratodi turno della Procura di Como, a decidere quali esami disporre, atto dovuto per comprendere le cause di una tragedia inimmaginabile.

Sposata, madre di un bimbo di soli sei anni, Laura Forni era supplente di materie artistiche, e lavorava nelle scuole di Albavilla e Alzate Brianza. Questa sua seconda gravidanza, fino a ieri era stata portata avanti senza alcun apparente problema, tanto che si era presentata regolarmente a scuola. Poi quel malore improvviso, che l’ha fatta accasciare sul banco davanti a lei.

Sotto choc gli studenti che sono stati i primi a lanciare l’allarme scattando fuori dall’aula appena la loro insegnante è stata colta dal malore. Sono usciti gridando. Fra i primi ad accorrere un professore che stava insegnando nell’aula accanto mentre i soccorsi erano già stati allertati. Purtroppo la situazione sembrava già critica per la donna. I ragazzi sono stati fatti allontanare in attesa dell’arrivo dell’ambulanza.