Inquinamento, a Brescia da domani scattano i provvedimenti di primo livello. Ecco limiti e deroghe

Ferme tutte le auto euro 0 e 1 e le diesel 2, 3 e 4

Inquinamento a Brescia

Brescia inquinamento smog dicembre 2022. Filippo Venezia Fotolive Pusterla

Brescia, 19 febbraio 2024 – Non solo Milano, con la scia di polemiche velenose, nella morsa dello smog.  Anche a Brescia il Comune ha deciso che "visto l'attuale andamento delle concentrazioni di Pm10 nell'aria, come stabilito da Regione Lombardia, a partire da domani sul territorio comunale entreranno in vigore i provvedimenti di primo livello".

Chi non può circolare

  • Le misure, in particolare, prevedono limitazioni all'utilizzo di tutti i veicoli per il trasporto di persone e di merci appartenenti alla classe ambientale euro 0 e 1 di tutti i tipi di alimentazione (incluso il metano e il Gpl) e di tutti i veicoli per il trasporto di persone e di merci appartenenti alle classi ambientali euro 2-3-4 diesel anche se provviste di filtro anti particolato (Fap). Il divieto è valido tutti i giorni (festivi compresi) dalle 7.30 alle 19.30. A nessun veicolo sarà consentito sostare con il motore acceso. I veicoli dotati di Move-In non possono usufruire della deroga a eccezione di quelli degli operatori economici ambulanti.

Queste le strade e le vie “senza limiti”

  • Le limitazioni si applicano su tutto il territorio urbano, escluse: autostrade, strade di interesse regionale R1 (Tangenziale Sud), Tangenziale Ovest, via Oberdan nel tratto tra Tangenziale Montelungo e la Tangenziale Ovest, Tangenziale Montelungo, tratti di collegamento tra le autostrade e la Tangenziale Sud e gli svincoli delle stesse e i tratti di collegamento ai parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici o delle stazioni metropolitane (piazzale antistante l'ortomercato per i veicoli provenienti dalla tangenziale Sud attraverso via Orzinuovi; parcheggi della stazione metropolitana di via Chiappa per i veicoli provenienti dalla Tangenziale Sud attraverso via Serenissima; parcheggi posti a est dell'area spettacoli viaggianti di via Borgosatollo nonché ai parcheggi della stazione metropolitana Poliambulanza per i veicoli provenienti dalla Tangenziale Sud attraverso via Dario Morelli; parcheggi della stazione metropolitana Prealpino per i veicoli provenienti dalla Valtrompia).

Le eccezioni

  • Sono esclusi dal fermo della circolazione i veicoli elettrici leggeri da città, i veicoli ibridi e multimodali, i micro-veicoli elettrici e gli elettroveicoli ultraleggeri.
  • Il divieto non riguarda inoltre veicoli di interesse storico o collezionistico e i veicoli con più di vent'anni in possesso di un documento di riconoscimento redatto secondo le norme del Codice tecnico internazionale della Fédération Internationale des Véhicules Anciens (Fiva), rilasciato da associazioni di collezionisti di veicoli storici iscritte alla Fiva o da associazioni in possesso di equipollente riconoscimento regionale.
  • Dal divieto sono esclusi inoltre i veicoli classificati come macchine agricole, i motoveicoli e ciclomotori dotati di motore a quattro tempi anche se omologati precedentemente alla direttiva del Parlamento Europeo del 17 giugno 1997, relativa a elementi o caratteristiche dei veicoli a motore a due o tre ruote, cosiddetti Euro 0 o pre Euro 1.