Morti nell’incidente in A21, marito e moglie stavano andando a un funerale

Pietro Pelucchi, 75 anni e Antonella Mombelli, 68, abitavano a Pontevico

Le auto accartocciate e nel riquadro le vittime: Pietro Pelucchi, 75 anni e la moglie Antonella Mombelli, 68
Le auto accartocciate e nel riquadro le vittime: Pietro Pelucchi, 75 anni e la moglie Antonella Mombelli, 68

Brescia, 6 febbraio 2024 – Pietro Pelucchi, 75 anni e la moglie Antonella Mombelli, 68, stavano andando a un funerale. Erano partiti da Pontevico, il Comune dove la coppia risiedeva, a bordo della loro Dacia Sandero ma a quel funerale non ci sono mai arrivati: con la loro auto sono finiti sotto una bisarca, coinvolti insieme a decine di altri veicoli nel maxi tamponamento in A21, nel tratto tra Manerbio e Pontevico.

L'incidente nel tratto bresciano della A21
L'incidente nel tratto bresciano della A21

Pietro Pelucchi e la moglie Antonella Mombelli stavano andando in montagna: non volevano mancare al funerale di un caro amico, il proprietario dell'appartamento nel quale da tempo trascorrevano in affitto le vacanze. 

Sarà invece il loro unico figlio Fabio, 46 anni, impiegato in un supermercato come macellaio, a dare l’ultimo saluto a mamma e papà.

Nell’incidente sono rimaste ferite una cinquantina di persone sull’autostrada, su cui ieri mattinata gravava una fitta coltre di nebbia. In totale sono state 11 differenti incidenti rilevati con decine di veicoli interessati tra camion, furgoni, due bisarche e varie automobili. A causa del maxi tamponamento la circolazione è andata in tilt con la chiusura del tratto compreso tra Manerbio e Pontevico.