Rosella Formenti
Cronaca

Andrea e Riccardo, i pescatori “magnetici” trovano una bomba sovietica nel lago di Comabbio

I due giovani varesini hanno segnalato l’ordigno, risalente agli anni Trenta, ai carabinieri. Gli artificieri lo hanno fatto brillare in sicurezza

Riccardo Donzelli e Andrea Scarcella

Riccardo Donzelli e Andrea Scarcella

Varano Borghi (Varese) – Hanno trovato nel lago di Comabbio un’altra bomba inesplosa Andrea Scarcella e Riccardo Donzelli, i due giovani varesini appassionati di pesca magnetica, mentre stavano setacciando il fondale alla ricerca di oggetti in metallo.

Hanno immediatamente segnalato il ritrovamento, sul posto sono subito arrivati i carabinieri, che hanno allontanato dalla riva i passanti che si trovavano sulla pista ciclabile. Quindi sono intervenuti gli artificieri che hanno fatto brillare la bomba in sicurezza, si tratta di una granata sovietica entrata in produzione nel 1939 e in uso ancora oggi. È la seconda volta che i due amici “pescano” una bomba nel lago, due anni fa nel mese di giugno il primo ritrovamento del genere. Andrea e Riccardo con la loro attività contribuiscono a mantenere puliti i fondali, recuperando con i magneti gli oggetti di metallo sommersi dall’acqua. Nel mese di maggio di quest’anno a Somma Lombardo nel Ticino avevano “pescato” una vecchia pistola, probabilmente risalente alla seconda guerra mondiale. Le loro scoperte più singolari sono sul loro canale Tik Tok e su YouTube.