Stroncata da malore a soli 9 anni. Il sindaco: piangiamo impotenti

È morta all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, Rebecca, la bambina di 9 anni che lo scorso lunedì ha avuto un...

Stroncata da malore a soli 9 anni. Il sindaco: piangiamo impotenti
Stroncata da malore a soli 9 anni. Il sindaco: piangiamo impotenti

È morta all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, Rebecca, la bambina di 9 anni che lo scorso lunedì ha avuto un arresto cardiaco nella sua abitazione nel centro storico di Arconate. La piccola ha avuto una crisi cardiaca poco prima di andare a scuola ed erano subito stati allertati i soccorsi con tanto di manovre sul posto. L’allarme era scattato alle 7.15 e l’agenzia regionale emergenza urgenza aveva inviato sul posto, in codice rosso, ambulanza ed elisoccorso. Poi era stata trasferita a Bergamo con l’elisoccorso d’urgenza. La sue condizioni fin da subito erano apparse molto gravi e dopo alcuni giorni si è spenta.

Secondo i familiari la piccola godeva di ottima salute ma una settimana prima del malore era stata operata alle adenoidi. La morte della bambina ha gettato nello sconforto la comunità di Arconate. Il sindaco Sergio Calloni le ha voluto dedicare un pensiero: "Dolcissima Rebecca in questo mondo così ingiusto, non esistono parole adeguate ad esprimere il dolore della nostra comunità. Ci sentiamo sgomenti, piangiamo impotenti di fronte all’inconcepibile tragedia di una bellissima bimba scomparsa così presto, così ingiustamente. Tu, fiore pronto a sbocciare nello sconfinato oceano della vita, oggi sei come la figlia di tutti noi, incapaci di dare un senso a questo vuoto e di trovare un perché. E proprio nell’ora più buia, in cui l’indicibile sofferenza travolge tutti noi, l’amministrazione comunale e l’intera comunità si stringono all’unisono attorno alla tua famiglia, ai tuoi amici, ai tuoi insegnanti, a tutti coloro che semplicemente ti volevano bene. Ti immaginiamo con il tuo bel sorriso, in un luogo dove non esiste più dolore, ma solo amore e cieli infiniti. Fai buon viaggio, dolce Rebecca". La piccola frequentava la scuola primaria Maestri d’Arconate, lascia madre, padre e sorella più grande.

Christian Sormani