Muore 18 mesi dopo l’incidente. Aveva 34 anni, perse il bimbo

Lo schianto in auto il 7 agosto 2022 in Puglia: Michela Valdes, aveva riportato traumi gravissimi. Ricoverata in ospedale, non si è più ripresa ed è deceduta domenica. I funerali a Castiglione Olona. .

Muore 18 mesi dopo l’incidente. Aveva 34 anni, perse il bimbo

Muore 18 mesi dopo l’incidente. Aveva 34 anni, perse il bimbo

Il tragico incidente, il 7 agosto 2022, in Puglia, Michela Valdes, 34 anni, originaria di Varese, riportava traumi gravissimi, ricoverata in ospedale, non si è più ripresa. La donna è deceduta domenica 11 febbraio in ospedale a Varese, nei prossimi giorni saranno celebrati i funerali a Castiglione Olona. Sono trascorsi 18 lunghi mesi da quel drammatico giorno d’agosto, quando durante una vacanza in Puglia con il marito Stefano e una coppia di amici in auto stava raggiungendo il paese di Leverano per una festa in serata. Giorni spensierati, la coppia felice perché Michela era in attesa di un bambino, incinta di pochi mesi. Lungo la strada provinciale litoranea Tarantina ionica nella zona di Manduria all’improvviso l’incidente, l’auto su cui viaggiava è finita fuori strada andando a sbattere contro un muretto, ad avere la peggio la donna, sbalzata dall’abitacolo e finita nel terreno circostante dopo un volo di diversi metri. L’amica, 33 anni, originaria del Veneto, era rimasta incastrata nell’auto, quasi illesi invece i due rispettivi mariti.

Sul posto quando sono arrivati i soccorsi le condizioni della trentaquattrenne era apparse subito gravissime, già in coma mentre l’amica veniva ricoverata in prognosi riservata. Da quel tragico momento Michela Valdes ha perso conoscenza e non si è più ripresa. La donna era incinta di pochi mesi, ma per le sue condizioni la gravidanza è stata interrotta. La trentaquattrenne nel corso dei 18 mesi della sua lunga agonia è stata ricoverata in varie strutture ospedaliere, anche all’estero. La speranza dei familiari, provati da un grande dolore, era che si potesse riprendere: erano in attesa di un segnale di risveglio, invece non c’è stato nulla da fare, il cuore di Michela ha cessato di battere domenica 11 febbraio, dopo 18 lunghi mesi in un letto d’ospedale. Ieri il necrologio, a dare notizia della sua scomparsa, affranti dalla sua perdita, il marito Stefano Macchi, i genitori Antonella e Vincenzo, la sorella Morena, il fratello Salvatore, i suoceri, Dora e Giuseppe. I funerali nei prossimi giorni i a Castiglione Olona.