Settantenne muore sola e senza risparmi all’ospedale di Varese: gara di solidarietà per pagare i funerali

Giovanna Pozzi, figlia del bagnino di Porto Ceresio, era indigente: le pompe funebri lanciano una raccolta fondi. L’ultimo desiderio: “Seppellitemi a Porto Ceresio”

Vanna Pozzi potrà riposare accanto ai genitori. Era conosciuta da tutti per essere stata la figlia del bagnino Rino Pozzi

Vanna Pozzi potrà riposare accanto ai genitori. Era conosciuta da tutti per essere stata la figlia del bagnino Rino Pozzi

L’ultimo desiderio espresso prima di morire, per Vanna Pozzi, essere sepolta a Porto Ceresio, dove era nata, 77 anni fa, figlia dello storico e indimenticato bagnino del lido, Rino Pozzi, riposare accanto ai genitori nel cimitero del paese che si affaccia sul lago. Oggi torna a Porto Ceresio, i funerali saranno celebrati nella chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio alle 15, preceduto dalla recita del rosario, poi l’ultimo tratto del viaggio terreno, fino al camposanto.

Giovanna Pozzi, per tutti Vanna, è morta un mese fa all’ospedale di Varese, da allora la salma era in attesa che si riuscisse a definire il luogo della sepoltura. La donna era residente da anni a Varese, malata è deceduta in solitudine e senza risparmi disponibili per le spese funerarie. Il desiderio espresso negli ultimi tempi, quando avvertiva la fine ormai vicina, era quello di ritornare per l’ultimo viaggio a Porto Ceresio e riposare per sempre nel cimitero del pittoresco paese che si specchia nel lago e che aveva sempre portato nel cuore.

Per questo motivo l’agenzia di onoranze funebri Lachi & Menefoglio ha lanciato una raccolta fondi per sostenere le spese dei funerali, un appello a cui hanno risposto con generosità tanti residenti consentendo di raggiungere la somma necessaria.

Oggi pomeriggio l’ultimo saluto nella chiesa parrocchiale, il ritorno a Porto Ceresio grazie al gesto generoso di molte persone toccate nel cuore dalla sua vicenda. Un gesto di grande umanità compiuto anche nel ricordo del padre dell’anziana, Ottorino "Rino" Pozzi, storico bagnino del lido di Porto Ceresio che durante il suo servizio salvò oltre sessanta vite e al quale è intitolato il piazzale dove termina il lungolago. Oggi Vanna Pozzi torna nella "sua" Porto Ceresio, da cui era da tempo lontana ma che ha sempre avuto nel cuore, un legame fatto di ricordi mai spezzato con il pittoresco paese che si specchia nel lago.