Monitoraggio acque. Ecco la lista dei bocciati e chi invece sorride

Luino si distingue per la qualità delle acque del Lago Maggiore, mentre altri punti lungo la sponda varesina risultano fortemente inquinati. L'assessore Porfiri sottolinea l'importanza dei lavori di depurazione per il benessere del lago.

Monitoraggio acque. Ecco la lista dei bocciati e chi invece sorride

Monitoraggio acque. Ecco la lista dei bocciati e chi invece sorride

Solo Luino può sorridere davanti ai risultati del monitoraggio delle acque del Lago Maggiore sulla sponda varesina che la Goletta dei Laghi di Legambiente ha effettuato in sei punti. Ben cinque mostrano valori oltre i limiti, tre risultano fortemente inquinati: le foci dei torrenti Acqua Negra, a Ispra, Boesio a Laveno Mmmbello e il canale a Lisanza-Sesto Calende. Due inquinati: le foci del Bardello a Brebbia e del Tresa a Germignaga. L’unico punto a risultare entro i limiti di legge è quello in cui l’acqua è stata prelevata al lago, in corrispondenza dello scarico della terrazza di Piazza Garibaldi a Luino. "Siamo estremamente soddisfatti - commenta Francesca Porfiri, assessore ai lavori pubblici e manutenzioni di Luino -.Quanto emerso ci dice che siamo sulla strada giusta e, cosa ben più importante, sottolinea quanto i cantieri di Alfa Srl volti all’ammodernamento della rete fognaria e alla depurazione siano fondamentali per il benessere del lago. Questa è la direzione da seguire, nonostante i disagi che i cantieri hanno causato a cittadini e operatori economici".

R.F.