La squadra ai vertici di Ats Insubria. Arriva la presentazione ufficiale

Il neo dg Salvatore Gioia ha illustrato il team strategico che lo affiancherà. Una novità: Enrico Antonio Tallarita con il ruolo di direttore sociosanitario.

La squadra ai vertici di Ats Insubria. Arriva la presentazione ufficiale
La squadra ai vertici di Ats Insubria. Arriva la presentazione ufficiale

Presentazione ufficiale per la nuova squadra direzionale di Ats Insubria. Il nuovo direttore generale Salvatore Gioia, entrato in servizio lo scorso 2 gennaio, ha presentato la direzione strategica che lo affiancherà nel suo mandato. Si tratta di una novità, Enrico Antonio Tallarita con il ruolo di direttore sociosanitario, anche lui in arrivo dall’Asst di Lodi come Gioia, e di due conferme: Giuseppe Catanoso nel ruolo di direttore sanitario e Massimiliano Tonolini come direttore amministrativo. "Abbiamo già individuato alcune priorità che saranno i pilastriortanti di un rapporto ancor più stretto con gli enti locali per focalizzarci sempre di più sulla salute e il benessere delle comunità e proprio per questo rinforzeremo anche le collaborazioni con il volontariato e il mondo delle associazioni - ha detto Gioia - riserveremo una continua attenzione alla programmazione delle prestazioni sanitarie e sociosanitarie, oltre alla presa in carico della persona, intensificando la rete dei servizi sanitari e sociosanitari". Ha poi ricordato come Ats è già presente sul territorio anche con programmi consolidati per la promozione di salute e benessere nelle scuole e nei luoghi di lavoro. "Le equipe proseguiranno nel loro impegno. Daremo ulteriore impulso alle molte progettualità, già avviate, per sviluppare ulteriormente sani stili di vita, con una visione olistica della persona in un approccio one health". Il direttore sociosanitario Tallarita si è soffermato sull’importanza della presa in carico dei pazienti cronici, fragili e over65. "L’obiettivo è che queste persone non ricorrano continuamente al Pronto Soccorso: lo si può fare mediante un nuovo modello organizzativo. Cercheremo di favorire lo sviluppo del polo territoriale con le case di comunità". Nel pomeriggio si è tenuto il primo incontro del collegio dei direttori generali di Ats Insubria e delle Asst afferenti. L.C.