Incendio Montegrino Valtravaglia, fiamme vicino alle abitazioni

In fumo 12 ettari di boschi nel Varesotto. Il fronte delle fiamme, alimentato dal forte vento, nella notte ha raggiunto i due chilometri. Vigili del fuoco al lavoro senza sosta

Incendio di Montegrino Valtravaglia
Incendio di Montegrino Valtravaglia

Montegrino Valtravaglia (Varese), 28 marzo 2023 - Un devastante incendio, divampato ieri pomeriggio dal sottobosco inaridito dalla lunga assenza di pioggia e alimentato nella notte dal forte vento, ha mandato in fumo dodici ettari di boschi a Montenegrino Valtravaglia, in località chiesa di San Martino. Il fronte delle fiamme ha raggiunto due chilometri di estensione e sta lambendo anche le abitazioni. 

L’impegno dei vigili del fuoco

Sul posto sono al lavoro senza sosta diverse squadre dei vigili del fuoco che per tutta la notte hanno operato per evitare che il rogo si avvicinasse alle case. Si sono alternate squadre provenienti dalle sedi di Luino, Varese, Ispra, Laveno Mombello, Somma Lombardo, Busto e Gallarate con quattro autopompe, cinque fuoristrada antincendio e due autobotti, oltre trenta i vigili del fuoco impegnati.

Sono in arrivo due Canadair della flotta aerea nazionale, mentre già ieri un Canadair ha effettuato 11 lanci con schiuma ritardante per un totale di 55 mila litri. Ma il velivolo ha dovuto interrompere l’attività poco prima delle 20, con il calare del sole. Le operazioni di spegnimento sono proseguite senza sosta, complicate dalle raffiche di vento. Sul posto anche gli specialisti del nucleo S.a.p.r. (sistemi aeromobile a pilotaggio remoto) con droni muniti di termocamere. 

Le dichiarazioni dell’onorevole

Sull’accaduto è intervenuto Andrea Pellicini, deputato luinese di Fratelli d’Italia: "Il pauroso incendio di Montegrino Valtravaglia, domato grazie al pronto e fondamentale intervento di tutti i corpi competenti – ha scritto in una nota – costituisce un segnale importante per il nostro territorio. Le piogge scarse, il vento forte e il sottobosco molto secco sono stati fattori determinanti per allargare il fronte del fuoco, che questa notte era davvero impressionante. I danni ai boschi di proprietà privata sono stati ingenti e l'incendio ha lambito zone abitate, con grande ansia per i residenti. Il sindaco Fabio De Ambrosi – chiosa – è rimasto sempre vicino alla popolazione e ha partecipato attivamente alle operazioni”.