Gallarate, i sinti sgomberati occupano un alloggio Aler di un anziano ricoverato

Allontanati da via Lazzaretto, hanno sfondato la porta della casa Aler nonostante la presenza delle Forze dell’ordine

L'area in via Lazzaretto è stata posta sotto sequestro

L'area in via Lazzaretto è stata posta sotto sequestro

Gallarate, 27 marzo 2024 –  Momenti di tensione nel tardo pomeriggio dopo lo sgombero dei Sinti da via Lazzaretto a Gallarate avviato stamattina. Una famiglia tra quelle sgomberate ha raggiunto via Curtatone e dopo aver sfondato la porta di un alloggio Aler e l’ha occupato, sebbene risulterebbe assegnato ad un anziano al momento ricoverato in una struttura sanitaria.

Una della roulotte oggetto di sgombero
Una della roulotte oggetto di sgombero

Ci sono stati momenti di tensione e in cortile hanno dato vita a una protesta. Sul posto sono arrivati Polizia locale, Polizia di Stato e carabinieri che hanno cercato di convincere gli occupanti a lasciare l’abitazione. Tentativo fallito mentre a dare sostegno all’occupazione sono arrivati altri Sinti.

Negli immobili Aler di via Curtatone risultano regolarmente residenti alcune famiglie Sinti, sgomberate nel 2018 da via Lazzaretto, alle quali dopo l’allontanamento dal campo, erano stati assegnati gli alloggi. Per i responsabili dell’azione di oggi si profila la denuncia per occupazione abusiva.