Ecco la direzione di Asst Sette Laghi. Micale da commissario a direttore

La direzione strategica di Asst Sette Laghi per il triennio 2024-2026 è stata presentata, con Giuseppe Micale come direttore generale. Sono confermati Ugo Palaoro come direttore amministrativo e Giuseppe Calicchio come direttore sociosanitario. Adelina Salzillo è il nuovo direttore sanitario. Sono previsti miglioramenti nei Pronto Soccorso, nuovi ambulatori e sostituzioni tecnologiche. Sono in corso i lavori per una sala ibrida e l'apertura di ospedali di comunità.

Ecco la direzione di Asst Sette Laghi. Micale da commissario a direttore
Ecco la direzione di Asst Sette Laghi. Micale da commissario a direttore

Si presenta la rinnovata direzione strategica di Asst Sette Laghi, che sarà in carica per il prossimo triennio 2024-2025-2026. Alla guida il direttore generale Giuseppe Micale, "promosso" dopo il periodo svolto da commissario straordinario. Al suo fianco tre nomi: due sono conferme, con Ugo Palaoro nel ruolo di direttore amministrativo e Giuseppe Calicchio in quello di direttore sociosanitario. Novità invece per l’incarico di direttore sanitario, assegnato ad Adelina Salzillo che aveva già ricoperto ruoli dirigenziali in Asst Sette Laghi in passato. È stata proprio lei a delineare le sfide del polo ospedaliero, a partire dall’organizzazione dei Pronto Soccorso, con i due nosocomi di Varese che hanno già implementato il nuovo gestionale. "Per ridurre la pressione soprattutto sul Circolo abbiamo aperto 14 posti letto aggiuntivi in area medica - ha detto - e abbiamo fatto un accordo con Le Terrazze per cinque letti di subacuto, per favorire lo svuotamento dei reparti". Tra i prossimi obiettivi c’è quello di aprire un ambulatorio codici minori, attivo 7 giorni su 7 presso l’Ospedale di Circolo di Varese. Quindi il punto sul rinnovo tecnologico: sono in corso le sostituzioni di 19 alte tecnologie con il Pnrr, la cui conclusione è prevista entro il 2024. A breve termineranno anche i lavori della sala ibrida, con un investimento di 3,5 milioni di euro da Regione Lombardia. Giuseppe Calicchio ha illustrato gli obiettivi per il polo territoriale, con le case di comunità già attivate a Tradate, Varese, Arcisate e Laveno, a cui si sono aggiunte da poco Sesto Calende e Angera. "Nel 2024 lavoreremo per consegnare al territorio i due ospedali di comunità: il primo sarà quello di Luino e a cavallo con il 2025 quello di Cuasso al Monte". L.C.