ROSELLA FORMENTI
Cronaca

A Cantello (Varese) svastiche e una foto di Hitler sulla porta della sede del Pd

Ignoti hanno vandalizzato l’ingresso della sede dem. La condanna della segretaria provinciale, Alice Bernardoni: “L’intolleranza e il razzismo non sono ancora stati sconfitti”

Alice Bernardoni, segretaria provinciale del Pd (da Facebook)

Alice Bernardoni, segretaria provinciale del Pd (da Facebook)

Cantello (Varese) – Sulla porta della sede del Pd a Cantello sono comparse svastiche e una foto di Hitler. Ignoti hanno lasciato questi inquietanti simboli. Un atto che viene condannato da Alice Bernardoni, segretaria provinciale del Partito democratico che in una nota, parlando di “atto vile e intollerabile”, sottolinea: “Rappresenta un attacco a tutta la nostra comunità, ai nostri valori di pace e tolleranza e alla memoria di coloro che hanno sofferto e combattuto contro l’odio e la discriminazione”.

Continua: “Le svastiche sono un simbolo del nazismo, un’ideologia di odio e violenza che ha causato immensa sofferenza e morte nel mondo”. E ancora: “La loro presenza ci ricorda che l’intolleranza e il razzismo non sono ancora stati sconfitti, e che c’è ancora molto da fare per costruire una società più giusta e inclusiva”. L’invito ai cittadini di Cantello e della provincia insieme al circolo Pd – sia provinciale che locale – è di “condannare fermamente questo atto di vandalismo e a unirsi a noi nel difendere i nostri valori di rispetto, solidarietà e accoglienza. Non possiamo permettere che l’odio e la discriminazione prendano piede nella nostra comunità”.