Luino, smantellata la banda di pusher che spacciava droga nei boschi della valle Olona: 17 arresti

In manette diversi maghrebini, oltre a due italiani e due albanesi. Al vertice della struttura ci sarebbe un 48enne residente a Marnate

Un'operazione della polizia contro lo spaccio nei boschi (foto di archivio)
Un'operazione della polizia contro lo spaccio nei boschi (foto di archivio)

Busto Arsizio (Varese) – Smantellata dagli uomini del Commissariato di Busto Arsizio la banda che secondo gli inquirenti spacciava nei boschi dalla valle Olona a Luino e anche fuori dai confini regionali, in Piemonte e nel Lazio.

Sono 17 gli arresti eseguiti dagli agenti su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Busto Arsizio. In manette pusher maghrebini, oltre a due italiani e a due albanesi, spacciavano cocaina, hashish e marijuana. Al vertice secondo gli investigatori ci sarebbe un quarantottenne residente a Marnate, già noto. Lo spaccio avveniva nei boschi, nascosti nei bivacchi, i clienti prenotavano le dosi con una telefonata quindi la ritiravano al margine dell’area boschiva. L’attività della banda era monitorata dall’inizio dello scorso anno, le indagini sono state coordinate dalla Procura di Busto Arsizio.