Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

Eurovision 2022, chi rappresenta la Lettonia e la canzone: Citi Zēni

La band porta sul palco di Torino "Eat your salad": il testo tradotto in italiano

cristiana mariani
Spettacoli
featured image
I Citi Zēni all'Eurovision 2022 per la Lettonia

Finalmente una canzone che non parla d'amore. Si viene colti da questo sollievo quando si ascolta la canzone "Eat your salad" dei Citi Zēni. Jānis Pētersons, Dagnis Roziņš, Reinis Višķeris, Krišjānis Ozols, Roberts Memmēns e Toms Kagainis sono i componenti della band che rappresenta la Lettonia all'Eurovision 2022 di Torino. Il gruppo è in attività solo da due anni, ma in patria ha già raggiunto un buon successo. Prima di "Eat your salad", però, la notorietà dei Citi Zēni era confinata alla Lettonia. E' stato questo brano a farli esplodere. Basti pensare che "Eat your salad" è diventata virale su Tik Tok superando i 30 milioni di utilizzi per video di vario genere. E anche su Spotify il brano ha superato il milione di ascolti in streaming.

I Citi Zēni all'Eurovision 2022

La band è stata fra le ultime ad avere la certezza di poter partecipare all'Eurovision Song Contest di Torino, visto che il verdetto di Supernova, il festival lettone che decreta il nome dell'artista che prende parte all'Eurovision Song Contest, è arrivato solo a febbraio. I Citi Zēni si esibiranno per secondi dopo l'Albania durante la prima semifinale di Torino.

Probabilità di vittoria

Ci perdoneranno Greta Thunberg e i suoi discepoli - si fa per dire, la frase è goliardica -, ma la band lettone rischia di non arrivare neanche tra i primi dieci classificati. L'idea di "Eat your salad" è geniale, intendiamoci. Ma, al di là dello show che la band porterà sul palco del PalaOlimpico di Torino, non è un brano destinato a lasciare il segno.

Il testo di "Eat your salad"

"Al posto della carne mangio le verdure e... Mi piacciono entrambi freschi, come entrambi succosi" la dice lunga su quanto non si stia parlando proprio soltanto di alimentazione salutista. Il brano è una metafora sessual-alimentare della vita e delle relazioni. Già solo per il fatto che si ponga in modo goliardico merita un applauso. Che poi i doppi sensi si sprechino è nell'ordine naturale delle cose con una canzone di questo genere.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?