Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

Cannes 75, al Festival Mario Martone e Valeria Bruni Tedeschi: tutti i film in concorso

La rassegna sulla Croisette dal 17 al 28 maggio. L'apertura affidata agli zombie di Hazanavicius. Bellocchio fuori concorso con la serie sul sequestro Moro. Premio a Tom Cruise

Italian filmmaker Mario Martone arrives for the screening of 'Lamore molesto' at the 13th annual Rome Film Festival, in Rome, Italy, 26 October 2018. ANSA/CLAUDIO ONORATI
Il regista Mario Martone, in concorso con "Nostalgia"

Cannes - Ci sarà anche quest'anno un po' di Italia al prossimo Festival di Cannes. Il Bel Paese sarà rappresentato in concorso da "Nostalgia" di Mario Martone, il film tratto dall'omonimo romanzo di Ermanno Rea, girato al rione Sanità con Pierfrancesco Favino e Francesco Di Leva. Martone sarà in compagnia di Valeria Bruni tedeschi, l'attrice italo-francese, da anni anche apprezzata regista, torna ancora una volta a scavare nell'autobiografia con "Les Amandiers", sui suoi anni '80 a Parigi alla scuola di teatro di Patrick Chéreau. Mentre "Esterno Notte", la serie tv di Marco Bellocchio sul sequestro Moro, sarà presentata nella sezione Cannes Premiere.

I nomi

Il delegato Thierry Frémaux ha annunciato le opere che saranno in concorso per la Palma d'Oro nell'edizione numero 75 della kermesse in Costa Azzurra, che si terrà dal 17 al 28 maggio dopo due anni di pandemia che hanno fatto saltare l'edizione 2020  e traslocare quella dello scorso anno in estate. Ci saranno come sempre degli habitué della rassegna, come David Cronenberg, Arnaud Desplechin, James Gray e i fratelli belgi Jean-Pierre e Luc Dardenne. Cronenberg sarà in gara con "Crimini del futuro", Desplechin con "Frère et soeur", i Dardennes con "Tori et Lokita" e Gray con "Armageddon Time". In concorso (oltre 2.000 i film che hanno proposto al propria candidatura alla kermesse) anche il giapponese Hirokazu Kore-Eda con "Broker" e Claire Denis con "Stars at Noon", girato in America Centrale.

In gara ci sarà anche il regista russo Kirill Serebrennikov, che recentemente lasciato il Paese per stabilirsi a Berlino, con "La moglie di Tchaikovsky", sul celeberrimo compositore. Serebrennikov non aveva potuto partecipare a Cannes l'anno scorso, quando il suo film "Petrov Fever" era in concorso, a causa di un controverso caso giudiziario che gli vietava di lasciare la Russia. 

L'apertura

Il film d'apertura sulla Croisette sarà invece "Z (comme Z)" di Michel Hazanavicius (il premio Oscar di "The Artist"). Il film è ambientato sul set di un film di zombie a basso budget. Mentre si preparano a girare una scena, vengono sconvolti dall'arrivo dei veri morti viventi. Nel cast Romain Duris e Bérénice Bejo. Mentre cresce l'attesa per "Elvis" di Baz Luhrmann ("Moulin Rouge"), che torna a Cannes, dove mosse i primi passi (di danza) con "Ballroom".

Le altre selezioni

Saranno18 i film in concorso, anche se la lista potrebbe prsentare delle sorprese. Tuttavia nelle sessioni speciali, è stata annunciata  la presenza fuori concorso dell'ucraino Sergei Loznitsa con "The natural history of destruction',  e Ethan Cohen, che firma da solo, senza il fratello Joel, "Jerry Lee Lewis: Trouble in Mind", sul musicista americano. Nelle sessioni di mezzanotte Brett Morgen omaggerà David Bowie in "Moonage Daydream", mentre fuori concorso Cédric Jimenez racconterà in "Novembre" l'indagine sugli attentati del 13 novembre 2015 a Parigi. Attesissimo anche il ritorno di George Miller, che presenterà in anteprima "Three thousand years of longing".    
 
Nella sezione parallela Un Certain Regard sono state incluse sette opere prime e dei 15 film, otto sono stati realizzati da donne. Qui si vedranno anche "Domingo y la niebla", del regista costaricano Ariel Escalante, e "Beast", di Gina Gammell e Riley Keough  (nipote di Elvis Presley), girato in una riserva indiana. Tra gli omaggi quello a Tom Cruise - sarà premiato per "la qualità del suo impegno nel cinema", ha detto Frémaux - che tporna alle origini nel sequel di uno dei suoi primi grandi successi Anni '80, con "Top Gun: Maverick".

Tutti i film e i registi in concorso

Holy Spider - Ali AbbasiI
Les Aamandiers - Valeria Bruni Tedeschi  
Crimes of the Future - David Cronenberg
Tori & Lokita - Jean-Pierre et Luc Dardenne
Stars at Noon - Claire Denis
Frère et Soeur - Arnaud Desplechin
Close - Lukas Dhont
Armageddon Time - James Gray
Broker - Kore-Eda Hirokazu
Nostalgia - Mario Martone
Rmn - Cristian Mungiu
Triangle of Sadness - Ruben Östlund
Decision to leave - Park Chan-Wook
Showing Up - Kelly Reichardt
Lilàs Brothers - Saeed Roustaee
Boy form Heaven - Tarik Saleh
Tchaikovsky's Wife -  Kirill Serebrennikov
EO - Jerzy Skolimovsky

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?