La forza di Bipielle arte. Lo scrigno artistico lodigiano e il tesoro della solidarietà

Doppia esposizione: opere di Cosetta Arzuffi e trittico di Alberto Piazza. E “Verso l’orizzonte” di Manuela Ferrario sarà una mostra unica e postuma.

La forza di Bipielle arte. Lo scrigno artistico lodigiano e il tesoro della solidarietà
La forza di Bipielle arte. Lo scrigno artistico lodigiano e il tesoro della solidarietà

Colore e arte all’interno degli spazi espositivi di Bipielle Arte, gestiti dalla Fondazione Banca Popolare di Lodi, con due iniziative artistiche in programma fino al 7 gennaio. Si tratta de “L’anima e il tempo” di Cosetta Arzuffi, mostra organizzata con la Fondazione Credito Bergamasco, a cura di Angelo Piazzoli e Tarcisio Tironi, e un’altra - Ospiti a Palazzo, con il trittico di Alberto Piazza - in collaborazione con Banco Bpm e un collezionista privato.

L’esposizione di Cosetta Arzuffi rappresenta un collegamento diretto con il territorio, visto il legame tra l’artista contemporanea e uno dei suoi maestri che ha affrescato alcune chiese nel Lodigiano. All’interno delle sue opere, il colore è presentato come elemento fondamentale, con sovrapposizioni di velature e pochissimi elementi figurativi con l’obiettivo di trasmettere messaggi sul senso del dialogo e della tolleranza.

L’altra mostra all’interno dello spazio della Fondazione fa parte dell’iniziativa “Ospiti a palazzo”, che prevede, una volta all’anno, l’esposizione d’un’opera appartenente al patrimonio artistico di Banco BPM. Questo progetto dà al pubblico l’opportunità di ammirare per più tempo di capolavori che normalmente non sono esposti. Svelata un’opera inedita: il trittico di Alberto Piazza “San Nicola da Bari e altri Santi”, che non esce dalla sede della banca dal 1989, ma non solo.

"All’interno dei nostri spazi – spiega Paola Negrini, responsabile delle attività espositive di Bipielle Arte e delle iniziative culturali della fondazione – sarà anche esposto un altro inedito di Piazza, appartenente a un collezionista privato che l’ha acquistata nel 2019 e non ha mai esposto al pubblico finora. Questo a dimostrazione della forte sinergia che la fondazione Bipielle Arte ha con il territorio".

La sala espositiva sorge a Lodi all’interno del centro direzionale progettato da Renzo Piano ed è gestita dalla Fondazione Banca Popolare di Lodi dal 2011. Offre un programma espositivo con iniziative rivolte al pubblico e con attività dedicate a gruppi e scuole. Nasce dalla volontà di creare un nuovo centro permanente dedicato all’arte e alla cultura.

In esposizione al suo interno non solo artisti legati al Lodigiano: Bipielle Arte ha proposto anche diverse mostre di artisti nazionali e internazionali. Numerosi poi gli eventi culturali organizzati dalla Fondazione. "Molti artisti ci chiedono di organizzare degli specifici approfondimenti su particolari temi trattati all’interno di alcune mostre – continua Paola Negrini – come nel caso di cinque artiste donne che, in occasione della loro esposizione, hanno organizzato una serie di eventi incentrati sul tema della donna, della biodiversità e dell’attenzione all’ambiente".

Dal 18 gennaio all’11 febbraio sarà poi la volta di Manuela Ferrario con “Verso l’orizzonte”, curata da Mario Quadraroli e Mario Diegoli. Si tratta di una mostra che rappresenta l’ultima volontà dell’artista, scomparsa di recente, per raccontarsi e raccontare la propria arte.

La Fondazione è anche molto attiva nel sociale. Come ha raccontato la responsabile delle attività espositive di Bipielle Arte, "il nostro obiettivo per il 2024 è unire sempre di più arte e solidarietà. Come nel caso della recente presentazione del libro di Andrea Maietti, che si è svolta nello spazio conferenze e che è stata abbinata a una raccolta fondi a favore dell’Emporio Solidale Don Olivo Dragoni di Lodi". Si tratta di un innovativo market solidale dedicato alle famiglie in difficoltà del territorio, intitolato a Don Olivo Dragoni, che nasce grazie al lavoro di Fondazione Casa della Comunità e del Centro di Raccolta Solidale per il diritto al cibo.