Festival della fotografia etica: "A chi non smette di cercare"

Si prepara l’edizione numero 25 (anche) nel segno dell’impegno no profit "Documentare e svelare vicende poco note per produrre un cambiamento".

Festival della fotografia etica: "A chi non smette di cercare"

Splendido scatto di Felipe Fittipaldi, classe 1982, fotoreporter brasiliano

Il Festival della Fotografia Etica giunge quest’anno alla sua XV Edizione. Un piccolo miracolo, in provincia, immancabile occasione di approfondimento e conoscenza non solo per la comunità dei fotografi, ma per l’intera società civile. La grande novità del 2024 è l’inserimento della categoria “Nonprofit“ nel World Report Award, accanto alle storiche Master, Spotlight, Short story, Single shot e Student. Per partecipare al concorso è necessario registrarsi alla piattaforma Picter, iscrivendosi gratis e creando un Profilo Fotografo.

Così si apre la XIV edizione del World Report Award | Documenting Humanity 2024, concorso internazionale promosso dal Festival della Fotografia Etica che si pone l’obiettivo di condividere una nuova forma di impegno sociale attraverso la fotografia e si rivolge a tutti i fotografi italiani e stranieri, professionisti e non. Il soggetto è l’uomo con le sue vicende pubbliche e private, le sue piccole e grandi storie; i fenomeni sociali, i costumi, le civiltà, le grandi tragedie e le piccole gioie quotidiane, i cambiamenti e l’immutabilità.

Gli organizzatori del premio aggiungono: "Come ogni anno speriamo che il World Report Award | Documenting Humanity rappresenti una possibilità in più per far conoscere il lavoro cruciale di chi non smette di documentare, persevera nel portare alla luce vicende poco note, informa e genera cambiamento. È per loro che ogni anno troviamo le risorse per sostenerli e contribuire a creare una “narrativa“ che contempli la voce di tutti: dagli studenti di fotografia ai professionisti del settore".

La giuria del premio è internazionale, con un panel di giurati di fama. Solo un vincitore per categoria ma....qualora la giuria reputasse meritevoli altri lavori, oltre a quelli premiati nelle 5 categorie, potrà assegnare le menzioni speciali (senza limite nel numero) e potrà comunque proporre altri lavori da inserire nel programma ufficiale della manifestazione.

Perché partecipare? Oltre 13mila euro di premi in denaro, stampa delle mostre, menzioni speciali, esposizione durante il Festival della Fotografia Etica nell’area World Report Award del Festival, opportunità di viaggiare in Italia nel mese di ottobre per presentare i progetti, visibilità in Italia e all’estero per la durata di 3 anni grazie al progetto Travelling Festival, visibilità sulla stampa internazionale e con i professionisti del settore, pubblicazione nel catalogo. E il Festival si impegna a dare visibilità per un intero anno a tutti i progetti e alle pubblicazioni future dei vincitori attraverso i nostri canali di comunicazione.